NAVIGA IL SITO
Home » guide » Pensioni e Tfr » Riscatto della laurea: cos'è e come funziona

Riscatto della laurea: cos'è e come funziona

Il riscatto della laurea per la pensione può essere costoso, bisogna capire se conviene. Da un po' di anni esiste la possibilità del riscatto low cost. Da fare subito, però

di Marco Delugan 3 ago 2017 - ore 12:14

Studiare sul serio è come lavorare, richiede molto impegno e molto tempo. E non vedersi riconoscere nulla a fini pensionistici per quegli anni di lavoro sui libri, per chi ha studiato all'università e si è laureato può sembrare quasi una beffa.

Per ovviare almeno in parte a questo problema è stato creato l'istituto del riscatto degli anni di laurea ai fini pensionistici.

Il riscatto degli anni di laurea per la pensione permette di valorizzare a fini pensionistici gli anni di studio universitari, in modo da poter andare in pensione prima, o di avere un assegno più alto qualora si decida di lavorare fino all'età pensionabile.

 

RISCATTO DELLA LAUREA PER LA PENSIONE: COME FUNZIONA

Prima condizione per poter riscattare gli anni di laurea per le propria pensione è averla effettivamente conseguita. Chi avesse infatti studiato all’università ma non avesse ottenuto la laurea non ne avrebbe diritto. Gli anni riscattabili sono quelli “legali”, nel senso che non possono essere riscattati gli anni fuori corso.

Ma se durante gli anni degli studio “in corso” si è anche svolta una attività lavorativa con versamento dei contributi non è possibile – per gli anni già coperti da contribuzione - operare alcun riscatto.

Si possono riscattare:

  • i diplomi universitari (durata non inferiore a due anni e non superiore a tre);
  • i diplomi di laurea (durata non inferiore a quattro anni e non superiore a sei);
  • i diplomi di specializzazione che si conseguono successivamente alla laurea;
  • i dottorati di ricerca e i titoli accademici introdotti dal decreto n. 509/99, ossia la laurea (L), di durata triennale e laurea specialistica (LS), di durata biennale cui si accede dopo aver conseguito la laurea (L).

A partire dal 12 luglio 1997 è concessa la facoltà di riscattare due o più corsi di laurea, anche per i titoli conseguiti anteriormente a questa data.

laurea_1

LA DOMANDA DI RISCATTO DEGLI ANNI DI LAUREA

La domanda di riscatto laurea può essere presentata direttamente online, dopo essersi dotati di PIN, tramite accesso telematico nella sezione servizi online del sito www.inps.it. O affidandosi a un intermediario come un CAF.

 

QUANTO COSTA IL RISCATTO DELLA LAUREA

La domanda di riscatto degli anni di laurea può essere fatta in qualsiasi momento. Il problema è che più tardi la si fa e peggio è. La somma da versare è infatti proporzionale al proprio reddito. E, di solito, con l'avanzare degli anni di lavoro, lo stipendio aumenta. E così aumenterà anche il costo del riscatto degli anni di laurea.

E’ necessario versare all’Inps i contributi per la pensione come se si avesse lavorato. Il sistema di calcolo è piuttosto complesso, e dipende da molti fattori. Il più importante è lo stipendio percepito al momento della richiesta.

Alcuni esempi di calcolo dei costi del riscatto degli anni di laurea lo trovate a questa pagina del sito Inps.

Alcuni principi generali per il calcolo del costo del riscatto degli anni si laurea lo trovate qui sotto.

a) Periodi da riscattare fino al 31.12.1995 - Per questi periodi la somma da versare sarà determinata in rapporto a fattori variabili come l’età, il periodo da riscattare, il sesso e le retribuzioni percepite negli ultimi anni. In presenza di una anzianità contributiva pari o superiore a 18 anni al 31.12.1995 (sistema retributivo), tale sistema di calcolo si applicherà anche nel caso in cui i periodi da riscattare si collochino successivamente alla predetta data.

b) Periodi da riscattare dopo il 31 dicembre 1995 - Per questi periodi, per i quali la relativa quota di pensione andrebbe calcolata con il sistema contributivo, l’onere è determinato applicando l'aliquota contributiva in vigore alla data di presentazione della domanda di riscatto, nella misura prevista per il versamento della contribuzione obbligatoria dovuta.

 

COME FUNZIONA IL RISCATTO LOW COST

Forse non tutti lo sanno ma è possibile anche un riscatto low cost. Però è necessario che la domanda venga presentata prima che il neo laureato cominci a lavorare.

Ma siccome non ha un lavoro, non ha nemmeno uno stipendio su cui calcolare il costo del riscatto. Per questo i calcoli vengono fatti come se guadagnasse il cosiddetto reddito minimale, pari a 15.548 euro l’anno.

Il riscatto low cost di 4 anni in base al reddito minimale costa 20.500 euro. Non poco, ma molto meno di quanto potrebbe valere una volta cominciato a lavorare. Tale cifra può essere pagata anche da altri, ad esempio i genitori. E può essere pagata in 10 anni a rate di 170 euro al mese. Questi soldi possono anche essere scaricati dalle tasse, portando a un recupero di 3.900 euro. Il costo totale dell’operazione potrebbe quindi scendere a 16.600 euro.

La possibilità del riscatto low cost esiste dal 2008, ed è stata introdotta con la Legge Finanziaria dal Governo Prodi, il cui ministro del lavoro era Cesare Damiano.

 

COS’E’ IL RISCATTO GRATUITO DELLA LAUREA

Nella prossima legge di stabilità per il 2018, che dovrebbe venir approvata dal parlamento entro al fine di quest’anno, potrebbe essere inserita la possibilità di riscattare gratuitamente gli anni di laurea.

Per quanto se ne sa, al riscatto gratuito sarebbero ammessi tutti i nati tra 1980 e il 2000 che si laureeranno in corso e che non siano già laureati al momento di approvazione della legge.

La nuova misura è ancora in fase di studio, non vi sono certezze sulla sua approvazione.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: riscatto anni laurea , pensioni
da

Soldi Online

Borse, possibile un avvio positivo

Borse, possibile un avvio positivo

Riflettori sempre puntati su Fiat Chrysler Automobiles, dopo aver terminato la seduta di ieri con un balzo di quasi il 7%. Da monitorare anche Unicredit Continua

da

Soldi e Lavoro

Libretto famiglia: cos'è e come funziona

Libretto famiglia: cos'è e come funziona

Per i lavori occasionali di cui una famiglia può avere bisogno. Come acquistarli e come pagare con i nuovi voucher del Libretto famiglia Continua »