NAVIGA IL SITO

Bonus mobili 2019: per cosa e come ottenerlo

Per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici, chi ristruttura la propria casa può ottenere dallo Stato anche il bonus mobili.

di Antonello Scrimieri 16 mag 2019 ore 09:59

bonus-mobili-2019Per ogni ristrutturazione edilizia, oltre al bonus ristrutturazioni è consentita un’ulteriore agevolazione fiscale. Si chiama bonus mobili, e spetta per l’acquisto di mobili nuovi ed elettrodomestici di classe almeno A+.

BONUS MOBILI 2019: SOMMARIO

COS’E’ IL BONUS MOBILI

Il bonus mobili è un’agevolazione fiscale che comporta una detrazione dall’imposta da versare per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+. Per usufruire del bonus mobili è necessario che l’acquisto di mobili ed elettrodomestici rientri nell’ambito di una ristrutturazione edilizia. Ed è necessario che i lavori di ristrutturazione siano iniziati prima del momento in cui si acquistano i beni.

LEGGI ANCHE: Come detrarre le spese per lavori svolti su più anni

PER COSA SPETTA IL BONUS MOBILI

La detrazione spetta per l’acquisto di mobili nuovi come letti, armadi, tavoli, sedie, divani, poltrone, credenze, materassi, librerie, comodini, scrivanie e luci. Sono invece escluse le porte, i pavimenti, le tende e gli altri complementi di arredo.

Spetta anche per l’acquisto di elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ come frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, stufe elettriche, forni a microonde. E per i forni di classe A.

Per l’agevolazione da indicare nella dichiarazione di quest’anno bisogna far riferimento alle spese sostenute e pagate nel 2018.

Tra le spese è possibile includere anche quelle di trasporto e di montaggio dei beni acquistati.

A QUANTO AMMONTA IL BUNUS MOBILI

Il bonus mobili è pari al 50% delle spese sostenute per mobili ed elettrodomestici calcolato su un importo massimo di 10.000 euro. E questo a prescindere dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione.

Il bonus va ripartito tra gli aventi diritto in dieci quote annuali, come per il bonus ristrutturazione. Spetta sulle singole unità immobiliari. Pertanto si può usufruire di un bonus per ogni unità immobiliare.

COME OTTENERE IL BONUS MOBILI

Per avere la detrazione, il pagamento deve essere effettuato esclusivamente con bonifico o carta di debito/credito. Non è ammesso pagare con assegni bancari o contanti. Per attestare il bonus, è necessario conservare:

  • ricevuta del bonifico o di avvenuta transazione (se si paga con carta di debito/credito);
  • fatture di acquisto dei beni.

Per l’acquisto di alcuni elettrodomestici (come frigoriferi, forni, lavatrici, piani cottura elettrici, lavastoviglie) si dovrebbe effettuare una comunicazione online all’ENEA. E la si dovrebbe fare entro 90 giorni dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Tuttavia, come previsto per le ristrutturazioni edilizie e come chiarito dall’Agenzia delle Entrate anche in questo caso, per usufruire del bonus mobili non è vincolante la comunicazione all’ENEA. Anche nel caso in cui non venga effettuata la comunicazione non si perderà il diritto alla detrazione. Chiaramente essendo un adempimento formale si consiglia sempre l’invio della Comunicazione ENEA tramite il portale online.

Per usufruire del bonus, è necessario indicare le spese sostenute nella propria dichiarazione dei redditi.

Per il modello 730 bisognerà compilare, nel Quadro E sezione III – C, il rigo E57.

bonus-mobili_1

(Immagine tratta dal sito della Agenzia delle Entrate)

Per il modello Redditi bisognerà compilare, nel Quadro RP sezione III – C, il rigo RP57.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldiOnline.it

Il FTSEMib ha perso mezzo punto percentuale

Il FTSEMib ha perso mezzo punto percentuale

Sulll'indice ha pesato anche lo stacco del dividendo di alcune importanti società. In rosso Poste Italiane. Biesse perde oltre il 20% dopo il profit warning sul 2019 Continua

da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »