NAVIGA IL SITO
Home » guide » Banche e Poste » Carta Postepay: cos'è e come funziona

Carta Postepay: cos'è e come funziona

La prepagata di Poste Italiane permette di fare tante cose, anche su internet. E in ottima sicurezza. Cos'è e come funziona la carta Postepay.

di Marco Delugan 13 set 2017 - ore 12:44

Postepay è la prepagata ricaricabile di Poste Italiane. In realtà vi sono più carte Postepay, con diverse caratteristiche, e dedicate a diverse tipologie di utenza. Uno dei vantaggi tipici di una carta Postepay, che condivide con altre prepagate, è che nel malaugurato caso in cui vi venga rubata, o vi vengano rubati i dati per utilizzarla, perderete solo quanto caricato sulla carta. E non è necessario avere un conto corrente per aprirla.

E anche se vi venisse rubato qualcosa, potrete recuperarlo facendo denuncia alle autorità competenti e seguendo poi la procedura prevista da Poste Italiane.

Può essere utilizzata nei negozi virtuali e reali che la accettano per pagare beni e servizi. E può essere utilizzata per prelevare denaro negli ATM Postamat. Si può prelevare anche negli ATM bancari, ma non tutti supportano tutte le carte Postepay, come vedremo meglio in

In queste guide, il punto di riferimento sarà sempre la Postepay Standard, ma ci saranno anche approfondimenti sulle altre carte Postepay.

 

COME ATTIVARE LA CARTA POSTEPAY

postepay_1Per acquistare e attivare una carta Postepay basta recarsi presso un ufficio postale con un documento di identità valido e il proprio codice fiscale. Prendere il ticket per i servizi finanziari e aspettare il proprio turno. E poi compilare un modulo di richiesta e rispondere ad alcune domande dell’impiegato che vi farà.

Acquistare e attivare la carta ha un costo, anche se piuttosto basso. Per la Postepay Standard, ad esempio, sono cinque euro per la carta e cinque euro per la prima ricarica (obbligatoria). Per le altre i costi sono diversi, ma le vedremo una a una in altri articoli.

Compilato quello che c’è da compilare, firmato quello che c’è da firmare e pagato quello che c’è da pagare, la carta sarà immediatamente attiva.

 

COME PAGARE CON POSTEPAY

La carta Postepay Standard è una ricaricabile del circuito VISA. E la si può utilizzare in tutti i negozi che la accettano, esplicitamente come Postepay o implicitamente come VISA. Può anche essere utilizzata online. Anzi, il fatto che sia prepagata, e cioè che permetta di sborsare solo cifre non superiori a quanto caricato sulla carta stessa, la rende particolarmente adatta all'utilizzo in rete.

In un negozio reale il pagamento avviene secondo le modalità comuni a quelle di qualsiasi altra carta di pagamento: la si inserisce la nel POS e si digita il PIN. Quando la Postepay è anche contactless, basta avvicinarla al POS e non è necessario digitare nulla. Questa modalità di pagamento vale però solo per cifre non superiori  a 25 euro per un importo giornaliero massimo di 100 euro.

Quando volete pagare online, dovete semplicemente scegliere di pagare con Postepay (o con carta VISA) pigiando il pulsante apposito quando la procedura di pagamento ve lo chiederà, e poi inserire il numero della carta, la data di scadenza e il codice CVV2 (le tre cifre che trovate sul retro).

Si può anche pagare con i soldi caricati su Postepay usando come ponte un conto Paypal. Per sapere tutto su questa modalità di pagamento legge questa guida.

 

COME RICARICARE POSTEPAY

Una delle operazioni più importanti da saper fare per chi utilizza una carta ricaricabile, è appunto ricaricarla. La carta Postepay Standard, come tutte le altre prepagate di Poste Italiane, offre molte opzioni per farlo.

Uno dei modi più semplici è presso un ufficio postale. Lo farete assieme ad un impiegato delle poste. Dovete portare con voi la carta (o il numero della stessa), il contante e un documento di identità valido. Oltre al contante, la ricarica può essere fatta con un'altra Postepay, una Postamat Maestro o altra carta Bancoposta abilitata.

Può essere effettuata anche tramite un ATM Postamat con un'altra Postepay o una carta di pagamento aderente al circuito Postamat e abilitata alla funzione, una carta PagoBancomat, o una carta di pagamento aderente ai circuiti Visa, Visa Electron, Vpay, Mastercard e Maestro. Basta inserirla nell'apposito spazio, digitare il PIN e selezionare la vove Ricarcia Postepay. E seguire gli altri passi che il sistema vi indicherà.

Potete ricaricarla anche via internet e via tablet e smarphone. Per farla via internet dovete accedere ai siti postepay.it o poste.it. Per smartphone e tablet ci sono le applicazioni Postepay, Bancoposta e Postemobile per iOS e Android.

La ricarica può essere fatta a domicilio con un portalettere dotato di POS e prezio appuntamento da prendere al nujmero verde 803.160 o via internet, andando a questa pagina. E anche presso le ricevitorie Sisal e presso le tabaccherie convenzionate.

Altra possibilità per ricaricare la carta Postepay e tramite il conto PayPal.

 

SALDO E MOVIMENTI DELLA CARTA POSTEPAY

Quando si comincia a usare la carta, una delle cose più importanti da sapere è cosa si è fatto e quanto vi rimane. Per vedere saldo e movimenti ci sono due strade. La prima è recarsi in un ufficio postale e consultare l'ATM Postamat. La seconda è farlo via internet.

All'ATM Postamat basta inserirla nell'apposito spazio, e seguire la procedura proposta dal sistema.

Per controllare saldo e movimenti online bisogna essere registrati al sito di Poste Italiane o di Postepay. Se non lo siete ancora, andate al punto successivo a questo per vedere come si fa.

Se siete già registrati, cliccate in alto a destra sulla voce Area Personale. Vi apparirà un menù a tendina. Compilate i campi nome utente e password e poi cliccate su Accedi.

La vostra pagina personale si aprirà di default sulla scheda MYPOSTE.

Scorrete la scheda MYPOSTE fino a quando arrivate a Servizi Online.

carta-postepay-saldo-e-movimenti

E poi cliccate su Saldo e Movimenti Postepay. A questo punto cliccate su LA TUA POSTEPAY, in alto a sinistra. E dal menù a tendina scegliete Saldo e Lista Movimenti.

 

COME REGISTRARSI A POSTE ITALIANE

Per registrarsi sul sito di Poste Italiane dovete andare a questa pagina. E poi cliccare su Area Personale. Si aprirà un menù a tendina da cui dovete scegliere la voce Registrati. A questo punto vi si aprirà una pagina da cui dovrete scegliere se registrarvi come Privati o come Imprese o PA. Poniamo che vi siate registrati come Privati.

Dopo aver cliccato su Privati vi si aprirà una pagina composta da quattro moduli. Seguite la procedura che vi sarà proposta dal sistema, facendo particolare attenzione al numero di cellulare e all'indirizzo email che fornirete. Al numero di cellulare vi sarà mandato un codice che a un certo punto vi servirà per proseguire nella compilazione dei dati richiesti, e l'indirizzo email sarà il vostro nome utente.  A quell'indirizzo riceverete inoltre una email di Poste Italiane che servirà per completare la registrazione.

 

COME BLOCCARE CARTA POSTEPAY

O perché l'avete persa, o perché temete che vi sia stata rubata, se per qualsiasi motivo volete bloccare la vostra carta Postepay, sappiate che ci sono due modi per farlo. La cosa più veloce da fare è telefonare al Contact Center di Poste Italiane al 800.90.21.22. Per chiamate dall'estero il numero è 39.02.34980.131. Entrambi son o attivi 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

In situazioni di minore urgenza, potete utilizzare il modulo online che trovate a questa pagina.

In situazioni come queste è buona cosa che dalla carta non siano partite operazioni da voi non autorizzate. E quindi andare a vedere saldo e movimenti.

 

COME RINNOVARE LA CARTA POSTEPAY

La Carta Postepay ha una data di scadenza, che trovate sulla carta stessa. Da due mesi prima a diciotto mesi dopo la scadenza è possibile rinnovarla. Per farlo ci sono due modi: online o per telefono.

Per rinnovarla online, si deve accedere alla propria area personale sul sito di Poste Italiane. Se non si è registrati, si può rinnovare la Postepay contattando il Servizio Clienti Bancoposta al numero gratuito 800.00.33.22.

Sempre online, dalla propria area personale, o per telefono sarà possibile attivare la nuova carta una volta ricevuta.

Il credito residuo eventualmente presente sulla vecchia Postepay verrà trasferito automaticamente sulla nuova al momento dell'attivazione di quest'ultima.

 

ALTRE COSE IMPORTANTI DA SAPERE

Nella gestione di una carta prepagata, ci sono tanti aspetti e tante questioni che non possono stare in una guida generale come quella che avete appena letto. Per questo aggiungiamo qui sotto alcuni link di approfondimento che potranno esservi utili:

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: carta postepay
da

Soldi Online

Il FTSEMib guadagna l'1%: brillano FCA e banche

Il FTSEMib guadagna l'1%: brillano FCA e banche

Il titolo del gruppo guidato da Sergio Marchionne ha beneficiato delle ottime performance registrate dai titoli del settore automobilistico. Bene anche Telecom Italia Continua

da

Soldi e Lavoro

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Reddito di cittadinanza: cos’è e come funziona

Un reddito uguale per tutti, ricchi e poveri, non soggetto a condizioni o prove. E nemmeno a promesse di impegno lavorativo. E' questo, il reddito di cittadinanza Continua »