NAVIGA IL SITO

Come bloccare Postepay

Persa o rubata che sia, se non la trovate più la cosa migliore da fare è bloccarla, il prima possibile. Ecco come bloccare Postepay.

di Marco Delugan 7 mar 2019 ore 11:19

Può succedere di perdere la carta di credito. E può succedere che ve la rubino. Così come può succedere che i codici di utilizzo della stessa vengano copiati e usati per spendere i vostri soldi a vantaggio di altri. Sia come sia, a volte può essere utile sapere come bloccare Postepay.

 

COME BLOCCARE POSTEPAY: SOMMARIO

COS'E' LA CARTA POSTEPAY

La Postepay è la carta prepagata e ricaricabile di Poste Italiane. Ce ne sono diverse versioni, le più diffuse sono la Postepay Standard e la Postepay Evolution. Ma la procedura di blocco è la stessa.

Come per tutte le prepagate è possibile spendere solo quello che è caricato sulla carta. Le carte Postepay, inoltre, non sono collegate a conti correnti, postali o bancari che siano. E' quindi impossibilie rubare soldi da quei conti tramite la carta.

Tutto questo limita le possibilità di furto, ma non le elimina del tutto. Quello che c’è sulla carta può essere comunque rubato.

BLOCCARE POSTEPAY 1: CHIAMATE IL CALL CENTER DI POSTE ITALIANE

La prima cosa da fare, in casi urgenti, e in particolare quando temete che vi stiano rubando dei soldi, è chiamare il Contact Center di Poste Italiane e bloccare la carta. Quando chiamate è meglio avere a portata di mano il numero della carta e il codice di blocco della stessa.

Per le chiamate dall’Italia il numero è 800.90.21.22. Per le chiamate dall'estero il numero è 39.02.34980.131.

Entrambi i numeri sono attivi 24 ore su 24.

In situazioni di minore urgenza potete comunicare a Poste Italiane la vostra intenzione di bloccare la carta attraverso questo modulo online.

BLOCCARE POSTEPAY 2: CONTROLLATE SALDO E MOVIMENTI

Dopo aver bloccato la carta Postepay controllate il saldo e i movimenti, così da capire se vi stanno sottraendo denaro. Per farlo dovete andare al sito di Poste Italiane e cliccare su Area Personale.

bloccare-postepay-accesso

(Immagine tratta dal sito di Poste Italiane)

Nel menù a tendina inserite Nome utente e Password.

Una volta effettuato l'accesso vi troverete nella scheda MyPoste. Scendete lungo la pagina fino al riquadro Postepay e cliccate su Accedi.

bloccare-postepay-accesso-carta

(Immagine tratta dal sito di Poste Italiane)

Se avete più carte Postepay potete raggiungere la pagina di quella che vi interessa dal navigatore nella parte alta della pagina. A questo punto vedrete il saldo della carta e poco sotto gli ultimi movimenti. In fondo alla prima lista trovate il pulsante Mostra tutti.

Se trovate movimenti sospetti, scaricate e stampate l'intera lista. Vi servirà per la denuncia che farete alla Polizia o ai Carabinieri. Per farlo cliccate su SCARICA ELENCO in fondo alla pagina. Potete scegliere tra due formati: Excel o Pdf.

bloccare-postepay-scarica-movimenti

(Immagine tratta dal sito di Poste Italiane)

BLOCCARE POSTEPAY 3: ANDATE DA CARABINIERI O POLIZIA

Il file con saldo e movimenti verrà scaricato sul computer da cui state operando. Meglio che sia il vostro, quindi. Una volta scaricato il file, stampatelo e portatelo alle autorità competenti (Carabinieri o Polizia di Stato) per denunciare il furto della carta.

Per contattare i Compartimenti e le Sezioni di Polizia più vicine andate a questa pagina.

bloccare-postepay-commissariati-polizia

(Immagine tratta dal sito della Polizia di Stato)

Al centro della pagina trovate il menù a tendina Seleziona regioni. Scegliete la regione di vostro interesse. Il sistema vi fornirà indirizzo e numero di telefono dei commissariati della regione selezionata.

Per trovare la caserma dei Carabinieri più vicina andate a questa pagina. Nel caso dei Carabinieri avrete diverse modalità di ricerca disponibili.

bloccare-postepay-caserma-carabinieri

(Immagine tratta dal sito dell'Arma dei Carabinieri)

Una volta arrivati dite per cosa siete lì. Vi verrà dato da compilare un modulo. Tra gli altri dati richiesti dovrete inserire il numero della carta e il codice di blocco della stessa. Se avete notato movimenti di denaro sospetti, dite anche questo. Anche per i movimenti sospetti vi verrà dato da compilare un modulo di denuncia.

Con le copie delle denunce che avete sporto, andate nell’ufficio postale che vi è più comodo. Anche lì dovrete compilare dei moduli, e in particolare quello per il disconoscimento delle operazioni che ritenete di non aver fatto voi. A questo punto Poste Italiane farà un’indagine, e se questa avrà esito positivo potrete avere indietro il denaro.

Se invece non avete notato movimenti sospetti, e volete solo denunciare lo smarrimento della carta, dovete lo stesso andare da Carabinieri o Polizia di Stato e seguire le pratiche consuete. E poi recarvi in un ufficio postale per confermare la richiesta di blocco.

Dovete andarci personalmente e portare la fotocopia del modulo di denuncia, il codice di blocco della carta e un documento di identità valido.

Vi verrà subito data una nuova carta Postepay. Il saldo eventualmente presente sulla vecchia carta verrà riaccreditato sulla nuova al costo di 5 euro.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: carta postepay
da

SoldiOnline.it

Piazza Affari la peggiore in Europa: FTSEMib sotto i 23mila punti

Piazza Affari la peggiore in Europa: FTSEMib sotto i 23mila punti

Avvio di settimana negativo per i maggiori indici di Borsa Italiana e per le borse europee. Prese di beneficio sulle società del lusso. In generale calo i bancari Continua

Guide Lavoro

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Da quello a tempo indeterminato a quello accessorio, passando per quello a tempo determinato, per quello in somministrazione e per tutte le altre tipologie di contratto di lavoro Continua »