NAVIGA IL SITO
Home » guide » Banche e Poste » Come fare una raccomandata con ricevuta di ritorno

Come fare una raccomandata con ricevuta di ritorno

Quando abbiamo bisogno di sicurezze, la raccomandata con ricevuta di ritorno è la cosa migliore. Per sapere se e quando arriva quello che abbiamo spedito.

di Marco Delugan 10 mar 2017 - ore 15:43

Quando si vuole essere sicuri che quello che abbiamo spedito sia arrivato, e vogliamo sapere anche quando è arrivato, la cosa migliore è fare una raccomandata con ricevuta di ritorno, chiamata anche raccomandata A/R.

Viene utilizzata per spedizioni di ogni tipo, ma viene utilizzata tipicamente per comunicazioni formali o burocratiche.

O comunque per comunicazioni importanti, come ad esempio:

  • disdette dei contratti telefonici (come Telecom o Fastweb);
  • domande di partecipazione a bandi e concorsi;
  • reclami e solleciti.

La raccomandata con ricevuta di ritorno si può fare in un ufficio postale, ma anche online.

 

RACCOMANDATA A/R ALL’UFFICIO POSTALE

raccomandataSe avete deciso per l'Ufficio Postale, portatevi dietro quanto dovete spedire e chiedete agli addetti il modulo per la raccomandata (velina blu) e la cartolina A/R.

Potete trovare l’Ufficio Postale più vicino a voi consultando questa pagina.

L'intestazione della lettera o del pacco vanno compilate nel modo consueto.

Sulla busta della raccomandata bisogna indicare nome e cognome del mittente in alto a sinistra e nome e cognome del destinatario in basso a destra.

Sul modulo della raccomandata (velina blu), dovrete indicare i dati del mittente e quelli del destinatario, e poi barrate l'opzione A/R nella sezione servizi accessori.

Nella cartolina A/R dovete indicare l’indirizzo cui volete che sia inviato l’avviso di ricevimento.

A questo punto consegnate i moduli compilati e quello che volete spedire all’addetto dell’ufficio postale. Dovrete pagare una cifra in base al peso e al formato di quello che spedite. E riceverete una fotocopia dell’avvenuta raccomandata che sarà la prova della spedizione.

Può essere una buona mossa, quella di recarsi in Posta qualche giorno prima della spedizione e prendere modulo e cartolina per compilarli tranquillamente a casa.

Nel caso di assenza del destinatario, la raccomandata rimarrà in giacenza nell'ufficio postale. Il periodo massimo di giacenza è di 30 giorni. Scaduto il periodo, sarà rispedita al mittente.

 

RACCOMANDATA CON RICEVUTA DI RITORNO ONLINE

In alternativa, Poste Italiane offre la possibilità di produrre e spedire una raccomandata via Internet.

Per poterlo fare bisogna prima registrarsi al sito di Poste Italiane. Poi andare alla sezione Raccomandata Online seguendo il percorso Servizi Online (in alto a destra), Spedisci Online, Raccomandata. Per trovare il riquadro giusto si deve scendere un po’.

raccomandata-online

(Immagine tratta dal sito di Poste Italiane)

E’ possibile anche allegare documenti. Il pagamento avviene tramite carta di credito e bancomat. Poste Italiane provvederà alla stampa, all’imbustamento e alla consegna al destinatario.

La raccomandata A/R digitale si può inviare solo in Italia.

La ricevuta digitale ha lo stesso valore di quella rilasciata dall’Ufficio Postale.

 

RACCOMANDATA A/R ONLINE: IL TESTO

Ci sono tre modi per inserire il testo della raccomandata: scrivendo direttamente online, allegando uno o più file, o facendo entrambe le cose.

Se si scrive direttamente online, la lunghezza massima del testo è di due pagine in formato A4.

Se si vogliono allegare file, il massimo sono 18 fogli, ancora in formato A4, lasciando un margine di stampa di un centimetro. Il formato dei file può essere doc, docx, txt, tiff, xls, xlsx, rtf, pdf, jpg. La dimensione massima di quanto viene allegato è complessivamente di 3MB.

Il percorso della raccomandata può essere monitorato direttamente sul sito di Poste Italiane: Rintracciare una raccomandata, o un pacco, di Poste

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

Soldi Online

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Se si analizzano i trend che dovrebbero guidare l’economia globale nei prossimi anni lo scenario più probabile per il prossimo futuro è quello di una crescita globale stabile Continua

da

Soldi e Lavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »