NAVIGA IL SITO
Home » guide » Banche e Poste » Bonifico domiciliato, cos’è e come funziona

Bonifico domiciliato, cos’è e come funziona

Il bonifico domiciliato permette, effettuando un pagamento attraverso gli uffici postali, di trasferire denaro da un debitore a un creditore. Rispetto all'accredito su conto corrente ha una particolarità

di Mauro Introzzi 20 nov 2017 - ore 15:17

Vi sarà probabilmente capitato, se avete chiesto una qualche forma di aiuto all’INPS ma anche nel caso in cui  abbiate avuto a che fare con l’eventualità di ricevere del denaro da qualche azienda del settore privato, di dover scegliere se riscuotere del contante via bonifico domiciliato o tramite accredito su conto corrente.

Ma tutti sanno, più o meno, che cos’è l’accredito su conto corrente e come funziona: per esserne beneficiario bisogna inviare al soggetto debitore il proprio codice IBAN (insieme al BIC se parliamo di transazioni estere) in forma corretta e attendere il bonifico della controparte. Ma cos’è il bonifico domiciliato?

 

BONIFICO DOMICILIATO, COS’E’

bonifico-domiciliatoIl bonifico domiciliato è, al pari del vaglia postale, uno strumento di pagamento che permette, effettuando un pagamento attraverso gli uffici postali, di trasferire denaro da un debitore a un creditore. Poste, in questa tipologia di transazioni, riveste il ruolo dell’intermediario. Con un bonifico domiciliato possono essere effettuati, in maniera veloce e sicura, dei pagamenti anche nell’eventualità che chi riceva i soldi non abbia un suo conto corrente. Il ricevente riscuoterà il pagamento in contante e in qualsiasi ufficio postale.

La cifra massima trasferibile via bonifico domiciliato è pari a 6mila euro.

 

Si possono trasferire:

  • stipendi,
  • retribuzioni di prestazioni temporanee,
  • pensioni,
  • prestazioni INPS, come Naspi e Dis Coll, l’indennità di malattia, cassa integrazione e i bonus (come il bonus mamma o il bonus bebè),
  • rimborsi per conguagli , per esempio per bollette telefoniche, energetiche o utenze in generale,
  • liquidazione sinistri nel campo delle assicurazioni,
  • pagamenti per contanti in genere,
  • alcune particolari tipologie di prestazioni, come la corresponsione dei premi Sisal e Totosì.

 

BONIFICO DOMICILIATO: COSA DEVE FARE CHI PAGA

Chi vuole pagare un suo debito con un bonifico domiciliato, sia esso un’impresa privata o un ente della pubblica amministrazione, dovrà entrare nel suo account di BancoPosta Impresa online o recarsi presso una filiale di poste italiane. Potrà, sul sito o fisicamente, disporre un’operazione di bonifico domiciliato per una cifra compresa entro i 6mila euro.

Il bonificante dovrà poi comunicare al beneficiario l’avvenuta transazione, con le coordinate per il ritiro.

 

BONIFICO DOMICILIATO, COSA DEVE FARE CHI INCASSA

Il beneficiario non deve far altro che recarsi presso un qualsiasi sportello bancario e ritirare, in contanti, la somma che l’inviante dei fondi gli ha bonificato. Deve farlo entro un termine tassativo, altrimenti non potrà disporre della cifra di sua spettanza.

Per entrare in possesso della somma bisogna presentare allo sportello postale un documento di identità valido e il proprio codice fiscale. Il denaro è disponibile già a partire dal giorno lavorativo successivo a quello di invio dell’ordine.

Non è possibile ritirare per delega ma la somma può essere ritirata da un’altra persona se già nell’operazione – quindi a monte – è indicato il nome di un delegato.

 

BONIFICO DOMICILIATO, COSA SUCCEDE SE IL CREDITORE NON INCASSA

Se entro la scadenza, coincidente con l'ultimo giorno lavorativo del mese successivo alla data di inizio pagamento, il beneficiario non incassa la somma inviatagli dal pagatore le somme vengono riaccreditate a favore del correntista che ha disposto il bonifico domiciliato.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: bancoposta
da

Soldi Online

Il FTSEMib chiude in rosso la seduta (e anche la settimana)

Il FTSEMib chiude in rosso la seduta (e anche la settimana)

Spicca il forte ribasso subito da Salvatore Ferragamo. In altalena i bancari, dopo i ribassi subiti nelle ultime tre giornate. Ottima seduta per Poste Italiane Continua

da

Soldi e Lavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »