NAVIGA IL SITO

Crescita economica

di Marco Delugan
Con crescita economica si intende l’incremento del livello di attività economica di una nazione misurato dal prodotto interno lordo e cioè il valore di tutti i beni e di tutti i servizi prodotti sul territorio e che, per altri versi e per il metodo di calcolo adottato, corrisponde alla remunerazione complessiva del lavoro e del capitale impiegati per ottenere quei prodotti e quei servizi in un periodo di tempo definito.

La prima fase della crescita economica, quando l’economia comincia ad uscire dalla precedente crisi, può non vedere mutamenti sostanziali nelle altre principali variabili macroeconomiche, come l’occupazione, i prezzi e i tassi di interesse.

Ma una volta esaurita questa prima fase, all’aumento dell’attività economica corrisponde solitamente la crescita dell’occupazione, quella dei tassi di interesse sui prestiti e dell’inflazione.

Maggiore attività economica vuol dire infatti maggiore utilizzo dei fattori di produzione, tra cui il lavoro; di fronte a prospettive di crescita sia le imprese che i consumatori sono più propensi a richiedere prestiti per investimenti o per acquisti di beni di consumo il che, per la legge della domanda e dell’offerta, fa crescere i tassi di interesse; e per lo stesso motivo la maggior domanda di beni di consumo, permessa da maggiori redditi, farà crescere i prezzi. Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldiOnline.it

Il FTSEMib azzera il rialzo

Il FTSEMib azzera il rialzo

Resta positiva l’intonazione di Stellantis, dopo il rialzo accumulato nelle precedenti tre sedute. In generale ribasso i bancari. Poco sopra la parità Telecom Italia TIM Continua

Guide Lavoro

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Da quello a tempo indeterminato a quello accessorio, passando per quello a tempo determinato, per quello in somministrazione e per tutte le altre tipologie di contratto di lavoro Continua »