NAVIGA IL SITO
Home » glossari » Economia&Finanza » Tassi di interesse

Tassi di interesse

I tassi di interesse sono tra le variabili più importanti nelle scelte economiche di famiglie, imprese e operatori finanziari.

di Marco Delugan

In molte economie, tra cui quelle occidentali, chi presta denaro ha diritto ad una remunerazione che viene definita come quota percentuale di quanto prestato, per la durata del prestito. Questa percentuale viene chiamata tasso di interesse. I tassi di interesse sono tra le variabili più importanti nelle scelte degli operatori economici e finanziari. E sono uno strumento fondamentale della politica monetaria.

 

TASSI DI INTERESSE: LE TIPOLOGIE PRINCIPALI

Ecco una prima suddivisione dei tassi di interesse:

  • tassi di breve periodo: dalle 24 ore al mese;
  • tassi di medio-lungo periodo: durata superiore all’anno;
  • tassi attivi: quello che bisogna pagare quando si ottiene in prestito da un intermediario finanziario;
  • tassi passivi: quelli che l’intermediario finanziario deve pagare a chi gli affida il proprio denaro.

 

DA COSA DIPENDONO I TASSI DI INTERESSE

Nel mondo finanziario tradizionale il livello del tasso di interesse dipende da tante cose: dalla domanda e dall’offerta di prestiti, dall’impiego specifico del denaro prestato e altro ancora. Ad esempio, quando l’economia è in fase di crescita, e gli imprenditori si attendono un incremento delle vendite, accade spesso che le aziende chiedano prestiti per realizzare nuovi impianti. A parità di disponibilità di denaro, questo farà aumentare i tassi di interesse. E poi, ancora, chi ha la possibilità di impiegare il denaro preso a prestito in attività particolarmente remunerative può offrire interessi più alti.

Il livello dei tassi di interesse viene quindi influenzato dall’attività economica, ma a sua volta la influenza. Tutte le operazioni che richiedono un prestito - acquistare un nuovo macchinario, un appartamento o un’automobile, ad esempio - risulteranno più o meno costose, e quindi più o meno fattibili, secondo il tasso di interesse che bisognerà pagare sul prestito stesso.

 

POLITICA MONETARIA E TASSI DI INTERESSE

L’importanza della dinamica dei tassi di interesse nelle economie evolute è testimoniata anche dal fatto che proprio i tassi di interesse sono tra gli strumenti più importanti della politica monetaria assieme al controllo dell’offerta di moneta.

In Europa la Banca Centrale controlla i tassi di interesse agendo principalmente sul tasso di riferimento, sul tasso overnight o di rifinanziamento marginale, e sul tasso sui depositi. I primi due sono tassi a cui la Banca Centrale presta soldi alle banche, il secondo è il tasso con cui vengono remunerati i depositi che le banche tengono presso la Banca Centrale.

L’offerta di moneta viene regolata dalle operazioni di mercato aperto – acquisto e vendita di titoli di stato – che rientrano tra gli strumenti convenzionali di politica monetaria, e dal Quantitative Easing, strumento considerato invece non convenzionale.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: tassi interesse
da

Soldi Online

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Se si analizzano i trend che dovrebbero guidare l’economia globale nei prossimi anni lo scenario più probabile per il prossimo futuro è quello di una crescita globale stabile Continua

da

Soldi e Lavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »