NAVIGA IL SITO

Superbollo auto: quanto costa, chi lo paga (come e quando)

Il superbollo è una maggiorazione della tassa di possesso (bollo) prevista per tutte le auto e si applica a vetture di alta cilindrata

di Carlo Sala 3 gen 2020 ore 12:47

super-bolloIl superbollo è una maggiorazione della tassa di possesso (bollo) prevista per tutte le auto e si applica a vetture di alta cilindrata. La maggiorazione vale per tutti i veicoli di potenza superiore ai 185 kw in circolazione dal 2012. Vale anche, in misura minore, per tutti i veicoli di potenza superiore ai 225 kw entrati in circolazione prima del 10 novembre 2011.

Quanto costa il superbollo

Il superbollo consiste in una maggiorazione del bollo ordinario pari a 20 euro per ogni kw di potenza del veicolo oltre i 185 kw. Chi ha un veicolo che non supera i 185 kw non paga il superbollo ma soltanto il bollo, la normale tassa di possesso. Chi invece ha un veicolo di potenza superiore deve pagare una somma tanto più alta quanto più la potenza del veicolo supera i 185 kw. Per i veicoli di potenza maggiore di 225 kw ma entrati in circolazione prima del 10 novembre 2011 il superbollo è pari a 10 euro anziché a 20 per ogni kw di potenza in più.

Il superbollo si paga per 20 anni a partire dalla costruzione e immatricolazione del veicolo. La data di costruzione coincide di norma con quella di immatricolazione, ovviamente prima dell’immatricolazione il veicolo non è intestato a nessuno e quindi nessuno è tenuto a pagare.

L’importo da pagare è ridotto:

  • del 40% dopo 5 anni dalla costruzione e immatricolazione;
  • del 70% dopo 10 anni dalla costruzione e immatricolazione;
  • dell’85% dopo 15 anni dalla costruzione e immatricolazione.

Per sapere quanto si deve pagare si può sfruttare il calcolatore messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate all’indirizzo online https://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/bollo/calcolo/calcolosuperbollo.htm fornendo le indicazioni richieste (targa dell’auto, data di immatricolazione, Regione di residenza, termine entro il quale deve essere fatto il pagamento).

 

Chi deve pagare e chi no

Deve pagare il superbollo chi dal PRA risulti in una di queste situazioni:

  • proprietario del veicolo;
  • acquirente con patto di riservato dominio;
  • usufruttuario;
  • utilizzatore a titolo di locazione finanziaria.

E’ esonerato dal pagamento chi:

  • venda il veicolo prima della scadenza annuale del bollo auto;
  • goda di un regime di esenzione;
  • usufruisca di interruzione dal pagamento delle tasse automobilistiche;
  • possieda un veicolo storico secondo i criteri stabiliti dall’Agenzia delle Entrate.

 

Come si paga

Dall’1 gennaio 2020 il pagamento del bollo auto (e quindi anche del superbollo) deve avvenire tramite la piattaforma digitale pagoPA. Il pagamento può quindi essere effettuato sul sito o sull’applicazione mobile pagoPA oppure tramite:

  • filiale bancaria;
  • home banking abilitato (deve riportare il logo CBILL o pagoPA)
  • sportelli bancomat abilitati al versamento di denaro (i cosiddetti ATM intelligenti, che non si limitano a fornire denaro ma consentono anche di versarlo);
  • punti vendita Sisal, Lottomatica e Banca 5;
  • uffici postali.

 

Quando si deve pagare

Il superbollo deve essere pagato ogni anno. La data entro la quale effettuare il pagamento dipende dalla data di immatricolazione dell’auto. Per un veicolo immatricolato il 20 febbraio, ad esempio, la scadenza è il 20 febbraio di ogni anno.

 

Domande e risposte

Quanto costa il superbollo?

20 euro per ogni kw di potenza del veicolo oltre i 185 kw.

Per quanto si paga il superbollo?

Per 20 anni da costruzione e immatricolazione del veicolo.

Il superbollo si riduce nel tempo?

Del 40% dopo 5 anni e per percentuali maggiori con il passare del tempo.

Quando si paga il superbollo?

Ogni anno.

Come si paga il superbollo?

Tramite la piattaforma digitale pagoPA.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldiOnline.it

FTSEMib in rosso. Male UniCredit; balzo di Telecom

FTSEMib in rosso. Male UniCredit; balzo di Telecom

La giornata di Piazza Affari è stata caratterizzata da numerosi cambi di direzione, prima di virare decisamente in rosso nel pomeriggio. Giornata di scadenze tecniche Continua

Guide Lavoro

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Da quello a tempo indeterminato a quello accessorio, passando per quello a tempo determinato, per quello in somministrazione e per tutte le altre tipologie di contratto di lavoro Continua »