NAVIGA IL SITO

Investi nella borsa. Quella della spesa!

Nel suo ultimo libro “Le bugie nel carrello” Dario Bressanini ci accompagna tra gli scaffali di un supermercato e ci aiuta a capire cosa raccontano e cosa nascondono le etichette dei prodotti che acquistiamo

di Massimo De Muro 24 mag 2013 ore 12:34
In collaborazione con http://www.iltrovalibri.it/

L’affermazione che un alimento sia o non sia "naturale", può non aver nulla a che vedere con le sue proprietà salutistiche
. Ci sono alimenti più che naturali, che se consumati nel modo scorretto diventano nocivi. Smettiamo di brandire il termine "naturale o "biologico", tentando una sorta di parallasse tra i due termini, cercando di far passare al consumatore dei messaggi che diventano in qualche modo degli slogan o peggio ancora dei luoghi comuni, da cui i meno informati non sono in grado di difendersi. Tutto questo con uno scopo meramente commerciale e ben distante dal principio salutista.

Se siete diventati dei fondamentalisti del Kamut, ad esempio, è bene che sappiate che il Kamut è un cereale integrale della famiglia delle graminacee, e che il nome Kamut non si riferisce al prodotto naturale ma ad un marchio commerciale registrato.

lebugienelcarrelloPer non parlare dei coloranti alimentari usati su alimenti freschi, per il tonno, le mazzancolle ed i salmoni di allevamento. Colori che devono appagare gli occhi del consumatore ed il portafoglio di chi ci specula.

Queste le domande a cui il Professor Bressanini cerca di rispondere nel suo libro LE BUGIE NEL CARRELLO: Cos’è esattamente il Kamut®? Perché è meglio non mangiare troppo tonno? Le patate al selenio fanno bene alla salute? La mortadella 100 per cento naturale esiste davvero?

Dopo il successo di PANE E BUGIE (Chiarelettere 2010), il libro sulla disinformazione in campo alimentare, Dario Bressanini ci accompagna tra gli scaffali di un supermercato immaginario e ci aiuta a capire cosa raccontano, e cosa nascondono, le etichette dei prodotti che acquistiamo. Scopriremo, tra l’altro, che l’equazione “naturale... buono” è uno dei pregiudizi più radicati e più usati dalla pubblicità, che un prodotto che l’etichetta descrive come a “chimica zero” i conservanti li contiene, che il prezzo di una bottiglia di vino ne influenza l’apprezzamento e che il tonno più buono non si taglia con un grissino.

L’autore Dario Bressanini è ricercatore presso il dipartimento di Scienza e alta tecnologia dell’Università dell’Insubria a Como. Cura da diversi anni il fortunato blog “Scienza in cucina”; molto seguiti i suoi interventi su ilfattoquotidiano.it. Il suo libro PANE E BUGIE, uscito nel 2010, è arrivato alla settima edizione.

GUARDA la presentazione del libro su RaiNews24




Massimo De Muro
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: recensione libri
da

SoldiOnline.it

Piazza Affari, il FTSEMib alla fine perde l'1%

Piazza Affari, il FTSEMib alla fine perde l'1%

Giornata negativa, dopo una mattinata senza direzione, per Piazza Affari. In rialzo Enel in scia alle novità su Open Fiber. Vendite, complessivamente, sui bancari Continua

Guide Lavoro

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Da quello a tempo indeterminato a quello accessorio, passando per quello a tempo determinato, per quello in somministrazione e per tutte le altre tipologie di contratto di lavoro Continua »