NAVIGA IL SITO
Home » guide » Investimento sicuro » La sicurezza dei fondi comuni di investimento

La sicurezza dei fondi comuni di investimento

I fondi comuni di investimento sono un investimento sicuro? Dipende. Non basta un buon fondo, ad esempio, ma occorre conoscere la politica di investimento del prodotto. E altro ancora

di Giacomo Saver 28 ago 2013 - ore 10:28
I fondi comuni sono spesso proposti dalle banche come investimenti sicuri. Ma, trattandosi di 'contenitori' di strumenti finanziari, la loro sicurezza non dipende dalla scatola ma dal suo contenuto. Scegliere un “buon” fondo di investimento non è sufficiente a garantire la protezione dei nostri risparmi: occorre anche esaminare la politica di investimento del prodotto.

LEGGI ANCHE: Cosa sono i fondi comuni di investimento

LA SICUREZZA "ESTRINSECA" DEI FONDI - I fondi comuni sono patrimoni gestiti da apposite società e tenuti distinti sia dal patrimonio delle stesse sia da quello della banca che li 'custodisce' (banca depositaria). Per questo motivo il fondo di investimento è paragonabile ad una 'cassaforte' che è inattaccabile da tutti:
  • i creditori del risparmiatore potranno, al massimo, rivalersi sulle quote di proprietà di quest'ultimo ma non certo sul patrimonio collettivo che il fondo rappresenta;
  • i creditori della società di gestione potranno, al massimo, rivalersi sul patrimonio della stessa, ma non su quello del fondo;
  • i creditori della banca depositaria, non potranno aggredire il patrimonio del fondo in quanto si tratta di beni di terzi in deposito. Ancora una volta in caso di default solo il patrimonio della banca sarà oggetto di 'confisca' ma nulla di più.
Dal punto di vista esterno, dunque, il fondo è uno strumento ben congegnato in grado davvero di proteggere il denaro dei risparmiatori, ma la questione non finisce qui.

fondi-comuni-investimentoLA SICUREZZA INTRINSECA DEI FONDI - I fondi comuni sono, di fatto, dei patrimoni collettivi investiti in strumenti finanziari. Ciò significa che se il contenitore è solido ma il contenuto no, il risparmiatore potrà comunque incorrere in delle perdite. Immaginiamo, ad esempio, un prodotto specializzato in titoli di stato dell'area euro. Se la moneta unica finisse e ci fosse un default complessivo dell'Eurozona, l'attivo del fondo perderebbe subito il proprio valore esponendo così a perdite certe l'investitore. Viene quindi da chiedersi quali siano i rischi reali 'racchiusi' in un prodotto obbligazionario particolarmente in voga in questo periodo di incertezza.

FONDI OBBLIGAZIONARI E RISCHIO DI MERCATO - I fondi obbligazionari investono il proprio patrimonio solo in obbligazioni con esclusione assoluta delle azioni. Questo rappresenta un'ancora di salvezza per il risparmiatore in fuga dal rischio. I regolamenti dei fondi, infatti, prevedono che il patrimonio degli stessi sia suddiviso tra moltissimi titoli in modo che un eventuale fallimento di un emittente non si 'propaghi' agli altri.

LEGGI ANCHE: Capire i fondi obbligazionari

Ma se da questo punto di vista i fondi obbligazionari sono 'sicuri', esiste un altro rischio. Il valore quota, infatti, risente del valore di mercato del portafoglio sottostante. Se esso cresce crescerà anche il controvalore dell'investimento e viceversa in caso di ribasso. Ora, in uno scenario caratterizzato da possibili rialzi dei tassi di interesse a partire dai minimi storici, investire in fondi obbligazionari comporta rischi di perdita. Il prezzo di un'obbligazione si 'muove' nella direzione opposta alla variazione dei tassi. Se i rendimenti crescono i prezzi dei bond scendono: è una legge finanziaria che non ammette eccezioni.

LEGGI ANCHE: Calcolare il rendimento di un'obbligazione

Ma mentre il risparmiatore che abbia acquistato direttamente i bond li può conservare fino alla scadenza ed 'evitare' la perdita, il cliente di un fondo vedrà necessariamente il suo investimento valorizzato a prezzi di mercato.
I fondi non scadono mai, ed il loro valore riflette precisamente il prezzo di mercato dei titoli detenuti in portafoglio. Se i tassi cresceranno, il patrimonio di obbligazioni di un fondo perderà valore e questo creerà una sorpresa spiacevole al sottoscrittore. Inoltre molte volte la commissione periodica prelevata dal fondo per remunerare il gestore rischia di abbattere il rendimento finale.

Giacomo Saver
segretibancari.com
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: fondi comuni investimento
da

Soldi Online

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Se si analizzano i trend che dovrebbero guidare l’economia globale nei prossimi anni lo scenario più probabile per il prossimo futuro è quello di una crescita globale stabile Continua

da

Soldi e Lavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »