NAVIGA IL SITO

Modello RLI, quando serve e come utilizzarlo

Il modello RLI (acronimo di registrazione delle locazioni di immobili) è il modulo che deve essere utilizzato per richiedere all'Agenzia delle Entrate la registrazione dei contratti di locazione di immobili

di Carlo Sala 10 feb 2020 ore 10:59

modello-rliIl modello RLI è il modulo che deve essere utilizzato per richiedere all’Agenzia delle Entrate la registrazione dei contratti di locazione di immobili. Tutti i contratti di locazione devono infatti essere registrati dall’Agenzia delle Entrate. La sigla RLI relativa al modello in questione significa appunto registrazione delle locazioni di immobili.


Quando serve il modello RLI

Oltre che per la stipula del contratto di locazione, il modello di registrazione di locazioni di immobili deve esse utilizzato anche in caso di cessione, proroga e risoluzione del contratto di locazione, per l’applicazione (o la rinuncia all’applicazione) della cedolare secca per il calcolo delle imposte da pagare sui proventi derivanti dalla locazione stessa. Serve ancora per la denuncia di canoni di locazione in nero o superiori a quelli concordati nel contratto.

Il modello RLI editabile non deve essere utilizzato nel caso di comodato d’uso gratuito di un immobile; in quel caso occorre utilizzare il modello 69.
Occorre utilizzare il modello di registrazione delle locazioni immobiliari sia in caso di contratto di locazione di immobile ad uso abitativo sia in caso di contratto di locazione di immobile per uso commerciale (uffici, negozi, capannoni e cosi via).

 

Come utilizzare il modello RLI

Il modello RLI può essere stampato per essere compilato, scaricandone la versione fornita dall’Agenzia delle Entrate sul proprio sito (www.agenziaentrate.gov.it). Oppure può essere compilato direttamente online, utilizzando la versione editabile. Anche in questo caso, occorrerà però stampare il modello stesso, dopo averlo compilato.

Una volta compilato, il modello RLI va presentato all’Agenzia delle Entrate. La presentazione può essere effettuata sia dal locatore che dal locatario, anche tramite intermediario (tipicamente, un’agenzia immobiliare) o delega. Essendo le parti del contratto di locazione, i dati sia del locatore che del locatario devono infatti essere indicati nel modello durante la sua compilazione.

La presentazione può avvenire secondo 3 modalità:

  • portando il modello compilato e stampato agli uffici dell’Agenzia delle Entrate;
  • rivolgendosi a un intermediario abilitato;
  • per via telematica, utilizzando il software modello-RLI web disponibile gratuitamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

La presentazione per via telematica è obbligatoria nel caso di registrazione di 10 o più contratti di locazione.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldiOnline.it

Il FTSEMib in rialzo. Balzo di Pirelli e Moncler

Il FTSEMib in rialzo. Balzo di Pirelli e Moncler

Gli operatori attendono le decisioni dell’agenzia S&P Global sul rating dell’Italia. Intonazione positiva per i titoli del settore bancario. Balzo di Pirelli Continua

Guide Lavoro

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Le diverse tipologie di contratti di lavoro: caratteristiche e utilizzi

Da quello a tempo indeterminato a quello accessorio, passando per quello a tempo determinato, per quello in somministrazione e per tutte le altre tipologie di contratto di lavoro Continua »