NAVIGA IL SITO
Home » esperto risponde » Pensioni e Tfr » Pensione e tempi di risposta Inps

Pensione e tempi di risposta Inps

Cosa posso fare per sapere a che punto è effettivamente la mia pratica pensionistica?

di Federico Nicastro 22 set 2011 - ore 11:52
Domanda - Sono un ex dipendente di Telecom messo in mobilità il 31/12/2009. La mobilità è di 18 mesi in quanto maturo i 40 anni a gennaio 2011 quindi dovrei essere in pensione dal 1/7/2011. Ad oggi nessuno mi dice se sono nei 10.000 o se ho diritto alla pensione senza entrare nei 10.000 e nessuno mi dice a che punto è la mia pratica. Nel frattempo da Agosto non prendo la mobilità. Ho chiamato l'Inps i quali mi dicono che dovrebbe arrivare una lettera la quale andrà consegnata all'ufficio pensioni di zona. Mi sa tanto di presa in giro.

Lei mi sa dire se sono negli aventi diritto alla pensione senza entrare nei 10.000 o se sono nel gruppo dei 10.000? Mi sa anche dire cosa posso fare per sapere a che punto è effettivamente la mia pratica pensionistica? Sa, vorrei delle risposte certe da questa gente non delle risposte con tanti se.

Poi con tanta pubblicità che fanno per l'informatizzazione dell'Inps, mandano una lettera a me anziché mandarla direttamente all'ufficio di zona, per me è perdere tempo e spese inutili. Sicuro di una sua risposta la ringrazio per la sua cortese attenzione.

Grazie

Risposta - Presumo che lei abbia già presentato domanda di pensione (anzianità contributiva) presso la sede Inps territoriale di competenza (per competenza si intende dove lei è residente) e contestualmente abbia chiesto il rilascio dell’Estratto Conto Certificativo attestante l’intero periodo di contribuzione relativo alla sua vita lavorativa (40 anni di contributi compreso il periodo di mobilità).

La domanda presentata, per cui le sarà stata certamente rilasciata una ricevuta con il numero di protocollo, rappresenta appunto la prova della sua richiesta di collocamento a riposo ed è, per l’Inps, il modo più veloce per controllare se è o meno inserito nel gruppo dei 10.000 richiedenti ai quali non si applicherà la nuova normativa, come previsto dal comma 5 dell’art. 12 della legge del 30 luglio 2010, n. 122. Il comma 6 della stessa legge prevede, inoltre, che sia lo stesso Inps a provvedere al monitoraggio delle domande di pensionamento.

Quindi, per quanto detto lei dovrà obbligatoriamente ricevere risposta in merito alla sua domanda di pensionamento. In caso contrario, deve inoltrare formale reclamo presso la stessa sede territoriale presso la quale è stata istituita la sua pratica.

Diversamente, se lei non ha ancora presentato domanda di pensionamento, dovrà farlo nel più breve tempo possibile, onde evitare di non rientrare più nel gruppo dei 10000 che usufruiranno della deroga citata.

Spero di esserle stato di aiuto.

Distinti saluti.
Federico Nicastro
Vai alla pagina degli Esperti
TUTTI GLI ARTICOLI SU: pensione , pensione pubblica

da

Soldi Online

Milano positiva: brillano Banco Popolare e Saipem

Milano positiva: brillano Banco Popolare e Saipem

Gli analisti di Banca IMI hanno confermato la visione positiva sul mercato azionario italiano nel medio periodo. In leggera flessione, invece, il Monte dei Paschi di Siena Continua »

da

Soldi e Lavoro

Decreto Lavoro: i principali provvedimenti

Decreto Lavoro: i principali provvedimenti

Apprendistato, Contratti a Termine e di Solidarietà, Contributi e Maternità. In un'infografica i principali contenuti del Decreto Lavoro, su cui il governo ha messo la fiducia nelle scorse ore Continua »