NAVIGA IL SITO
Home » esperto risponde » Fisco e tasse » Cedolare secca e canone d’affitto

Cedolare secca e canone d’affitto

Quanto posso chiedere di affitto in regime di cedolare secca?

di Antonello Scrimieri 18 set 2013 - ore 11:19
Buon giorno.
Mi chiamo Roberto, sono proprietario di un appartamento trilocale con cantina, in cui non risiedo e vorrei affittarlo in regime di cedolare secca. Il mio problema è che i futuri inquilini mi chiedono un canone basso, anche affittandolo come bilocale e senza cantina, perciò non vorrei trovarmi ad avere un canone inferiore all'imponibile Irpef. E' possibile affittare solo in parte una seconda casa?
Posso diminuire il valore imponibile, proporzionalmente, togliendo una stanza e la cantina?
Quale moltiplicatore devo usare per ottenere la base imponibile sotto la quale può essere rettificato il canone dall'agenzia delle entrate?

La rendita del mio immobile è 430€ compresa la cantina.
 
Anticipatamente ringrazia

RISPOSTA - La base imponibile ai fini IRPEF è rappresentata unicamente dal 95% del canone annuo previsto nel contratto di locazione. Qualora aderisca alla cedolare secca la base imponibile sarà il 100% del canone ma avrà un’aliquota più bassa, ovvero del 21% per i contratti a canone libero e del 15% per i contratti a canone concordato.

LEGGI ANCHE: Imu, Irpef seconda casa e cedolare secca: cosa dice il decreto legge 102

Questo vuol dire che il canone di locazione che lei dovrà o potrà chiedere all’inquilino dipenderà solo dalla libera contrattazione delle parti e non da un’imposizione dell’Agenzia delle Entrate legata alla sua rendita catastale.

Se decide di aderire ad un contratto a “Canone Concordato” per avere una tassazione più bassa invece dovrà chiedere un importo pari agli standard previsti per questa tipologia contrattuale.

Detto questo nessuno le vieta di locare solo una parte del suo immobile utilizzando un contratto di locazione parziale.

Antonello Scrimieri Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: cedolare secca , affittare casa