NAVIGA IL SITO
Home » Notizie » Assicurazioni Auto » Al via la guida accompagnata: ecco tutto ciò che bisogna sapere

Al via la guida accompagnata: ecco tutto ciò che bisogna sapere

Da lunedì i minori che hanno compiuto 17 anni possono fare esperienza con la guida, ma seguendo tutta una serie di indicazioni previste dalla legge. Un’attenzione particolare merita l’assicurazione auto, che bisogna accertarsi copra anche la guida da parte di minori.

di Francesco Tempesta 30 apr 2012 - ore 10:54
Anche i minorenni possono mettersi al volante. Da lunedì 23 aprile è, infatti, entrata in vigore la “guida accompagnata”, introdotta dalla legge n. 120/2010 del Codice della Strada, che consente ai 17enni in possesso della patente A1 per motocicli di guidare un’automobile in compagnia di una persona designata dalla Motorizzazione.

Con questo provvedimento che rappresenta per l’Italia una novità assoluta, i giovani possono fare esperienza con la guida prima del compimento della maggiore età e prepararsi al meglio per l’esame della patente automobilistica. La “guida accompagnata” non deve, però, essere sottovalutata, soprattutto con riguardo all’assicurazione auto, che bisogna accertarsi copra anche la guida da parte di minori.

Le condizioni per la guida accompagnata

1) Aver compiuto i 17 anni di età
2) Il guidatore deve aver svolto 10 ore di scuola guida
3) Gli accompagnatori devo essere massimo 3
    - designati dalla Motorizzazione
    - avere massimo 60 anni di età
    - avere conseguito la patente B da minimo 10 anni
    - non avere commesso incidenti stradali negli ultimi 5 anni
4) Possono essere utilizzate vetture di massimo 70 KW, ossia 75 CV
5) Sul vetro della vettura deve apparire la scritta GA (Guida Accompagnata)

Condizioni guida accompagnata - Innanzitutto è opportuno precisare che “la guida accompagnata” prevede una serie di limitazioni. Il 17enne può, infatti, far pratica con frizione e volante prima della maggiore età, solo dopo aver frequentato un corso di scuola guida di almeno 10 ore (di cui 2 in visione notturna, 4 tra autostrada e strade extraurbane) e a patto che sia accompagnato da un massimo di tre persone designate esclusivamente dalla Motorizzazione. Gli accompagnatori non possono, però, avere più di 60 anni, devono aver conseguito la patente B da almeno dieci anni e non aver commesso incidenti stradali negli ultimi cinque anni. I limiti previsti dalla legge riguardano anche le vetture con le quali è possibile praticare la “guida accompagnata”: gli aspiranti guidatori possono, infatti, mettersi alla guida di automobili con un massimo 70 kW di potenza, ossia 75 CV.

Possibili sanzioni - Il nuovo Codice della strada prevede, inoltre, che sul vetro dell’automobile sia affissa la scritta “GA” (Guida Accompagnata) ad indicare che alla guida dell’automobile c’è un minorenne in procinto di conseguire la patente B.

Chi non si adegua alle limitazioni previste dalla legge incorre in sanzioni molte salate: multa di 398 euro a chi guida senza nemmeno uno dei tre accompagnatori designati dalla Motorizzazione e revoca dell’autorizzazione nel caso in cui commetta incidenti di una certa gravità.

Attenzione all’assicurazione auto - Un altro aspetto della “guida accompagnata” che necessita di essere considerato è quello relativo all’assicurazione auto. Alcune polizze assicurative prevedono la clausola “Guida Esperta”, che si applica ai guidatori in possesso della patente automobilistica già da diversi anni, e “Guida Esclusiva”, che, di fatto, offre la copertura ad un solo guidatore e non prevede la possibilità che altri si mettano alla guida del veicolo. Come si può facilmente intuire, entrambe le opzioni non sono ovviamente applicabili alla “guida accompagnata”: ne deriva che, in caso d’incidente provocato dal minore, l’assicurazione potrebbe non rispondere di eventuali danni o esercitare il diritto di rivalsa sull’assicurato.

Nel momento in cui si dà la possibilità ad un giovane di avvicinarsi alla guida prima di aver compiuto la maggiore età, bisogna stare molto attenti e seguire tutte le indicazioni previste dalla legge. È bene, inoltre, verificare che la polizza Rc Auto non preveda clausole, che escludono la guida del minore. Per ricercare la tariffa migliore sul mercato, ci si può affidare al servizio di comparazione di SuperMoney e SoldiOnline, che confronta le migliori assicurazioni on line e tradizionali delle principali compagnie attive sul mercato, come Genertel, Quixa, Linear e tante altre.

Francesco Tempesta
TUTTI GLI ARTICOLI SU: guida accompagnata , rc auto , assicurazione auto

da

Soldi Online

Il FTSEMib chiude in rosso: scendono i bancari

Il FTSEMib chiude in rosso: scendono i bancari

Pesante calo per Cattolica Assicurazioni, dopo che la compagnia ha annunciato l’intenzione di procedere con un aumento di capitale da 500 milioni di euro. Seduta negativa anche per STM Continua »

da

Soldi e Lavoro

Come cambierebbe l'articolo 18

Come cambierebbe l'articolo 18

"Se uno modifica l'articolo 18 può chiamarsi come vuole: non è che mi arrabbio se lo fa Sacconi e sono contento se lo fa Renzi. Non ho mai vissuto un'emergenza così grave" Continua »