ABC Risparmio

Il Post

Benefici aboliti per i lavoratori precoci

Buongiorno,

sono nato il 06.03.1959 e sono un lavoratore dipendente dal 15.07.1974. Ho diritto a qualche agevolazione come lavoratore precoce? Quando potrò andare in pensione?

Grazie per la risposta

 

 

Gentile signore,

relativamente alla categoria dei lavoratori precoci le comunichiamo che nel 2006 i benefici previsti dalla precedente normativa sono stati aboliti, e pertanto i requisiti richiesti sono i medesimi di quelli a cui devono fare riferimento tutte le altre categorie. Partendo da questa precisazione, e in considerazione della sua giovane età, la via più breve per lei per maturare il requisito pensionistico di anzianità è il traguardo dei 40 anni di contribuzione, a cui arriverà a luglio del 2014. Poiché il Decreto Legge 78/2010, poi tramutato nella Legge 122/2010, ha introdotto la disciplina delle finestre a scorrimento, lei dovrà attendere 12 mesi dalla data della maturazione del requisito per poter accedere alla pensione, come specificato dall’art. 12, c. 1, lett. a, della sopra citata Legge n. 122 del 30 luglio 2010, e potrà andare in pensione dal 1 agosto 2015.

Per qualunque altra informazione la invitiamo a telefonarci al numero 06/4818918 o a scriverci su info@epas.it, indicandoci anche la sua città di residenza: le forniremo i recapiti della sede Epas per lei più comoda da raggiungere, e potrà così contattare direttamente i nostri operatori per usufruire dell’assistenza qualificata e dei numerosi servizi di natura previdenziale che il Patronato Epas mette a disposizione dei cittadini a titolo gratuito.

Posta le tue domande sul forum Consulenze gratuite
Ti è piaciuto questo articolo? Seguici su Facebook!
VN:F [1.9.8_1114]
Vota l'articolo
Gradimento: 4.4/10 (5 votes)
Benefici aboliti per i lavoratori precoci, 4.4 out of 10 based on 5 ratings

Articoli correlati

13 Commenti

13 risposte a “Benefici aboliti per i lavoratori precoci”

  1. spartako dice:

    21 mar 2011 alle 19:00

    Bella questa sentite:DAL 2006 E’STATA ABOLITA L’AGEVOLAZIONE SPETTANTE AI LAVORATORI PRECOCI! Che bravi pero’ questi governanti e’ ??? roba da matti!!!

  2. Antonino dice:

    30 apr 2011 alle 10:46

    L”italia ah sempre due palle ai piedi ,La politica e il malaffare ,adesso ne ah tre ,quel bavoso di Tremonti Giulio

  3. gerardo dice:

    01 mag 2011 alle 18:11

    Ci e stata tolta la fanciullezza lavoravamo gia da bambini !!!!!!ma e mai possibile che noi lavoratori precoci non abbiamo nessun santo protettore ???? e se ci uniamo ed andiamo a ROMA invece di pensare ancora a lavorare??? …. FACCIAMO QUALCOSA MAGARI PROTESTIAMO TUTTI RINUNCIANDO AL VOTO!!!????!!! Io credo che abbiamo tutti i diritti a riprenderci ALMENO gli anni che abbiamo lavorato da bambini !!!!!!!GERARDO

  4. mauro dice:

    27 ott 2011 alle 18:37

    purtoppo l’italia non è un paese per i lavoratori specialmente per noi criminali precoci grazie scaldapoltrone

  5. stefano dice:

    29 ott 2011 alle 13:17

    Ma erano considerati anni come lavoro usurante possibile che possano togliere questo diritto cosi facilmente?

  6. rosalba. dice:

    09 nov 2011 alle 20:04

    x i pensionati baby è un diritto acquisito , per noi lavoratori precoci i diritti acquisiti hanno fatto presto a farli sparire .(Che schifo )

  7. angelo dice:

    20 dic 2011 alle 17:41

    sono nato nel 1958 lavoro dal 1975. Credo che adesso non avrò più diritto alla pensione ma bensì a una punizione. che schifo…. oltre a stare male mi fanno sentire un LADRO, un parassita. Come se tutti i guai li abbiamo combinati noi e i pensionati da lavoro, no da bivacco come i politici per esempio.saluti

  8. Pietro dice:

    26 dic 2011 alle 18:43

    Ho compiuto 35 anni di contributi ed ho iniziato a lavorare in regola a 16 anni di età fisica fino ai 18 continuativi. Farei parte dei lavoratori precoci se la legge non ci avesse delegittimato e discriminato. Vorrei esprimere a tutti un mio giudizio; altro psicologicamente pensare, me ne andrò in pensione qualche anno prima, visto che nei miei 16 anni di età, cioè da ” ragazzino ” andavo a lavorare alla zona industriale di CT, col troppo freddo e col forte caldo, dovevo essere li alle ore 07,00, e dovevo alzarmi dal letto alle 05,30 per prepararmi per tutte le mie esigenze fisiche prima di partire. Mentre Io mi alzavo così presto visto la mia tenera età, quelli più grandi di me, la mattina si alzavano dal letto più tardi, ed io dovrò andare in pensione quando andranno costoro con tanto di rispetto; avendo iniziato a lavorare un bel pò più tardi di me; vi sembra giusto?. Nel contempo approfitto per ringraziare tramite questo blog, i Signori legislatori che con le loro comprensioni e considerazioni che hanno avuto verso di noi, i quali abbiamo iniziato a conoscere il sacrificio e la sofferenza del lavoro molto prima degli altri, e avendo anche dato per primi il nostro contributo per lo sviluppo e per la crescita dell’ Italia. Su tutta questa filastrocca c’è da tenere presente in piena considerazione, che Io e gli altri ragazzini come me, in quegli anni più belli dell’ infanzia ci alzavamo prima delle ore 6 di mattina col buio, mentre gli altri, dico quelli più grandi di Noi dormivano indisturbati nel più bello della mattinata e si stiravano le ossa nel letto fra le coperte, compresi anche quelli che ci amministrano. Da ragazzino mi facevo forza nell’ alzarmi per non rifarmi chiamare da mio Padre che dopo il suono della sua sveglia,veniva a svegliarmi; alzati Pietro, ed io con grande forza d’ animo, anche se ragazzino quale ero, ed anche se mi veniva a mancare il riposo, con voce quasi da bambino e col sonno negli occhi rispondevo a mio Padre, si Papà mi sto alzando. A questo punto non riesco proprio a capire perchè Noi precoci in un’età all’epoca infantile non possiamo oggi privileggiare e godere nel potercene andare in pensione qualche anno prima di quelli che hanno iniziato a lavorare dopo di noi e goduto l’ infanzia più di Noi. Noi abbiamo subito un trauma che ci trasciniamo da tempo, divenendo dei lavoratori precoci: cioè lavoratori da ragazzini; iniziando a dare il nostro primo contributo, come le pecore quanto iniziano a dare la loro prima lana in modo più precoce della loro maturità, e che ormai adesso non ci viene più riconosciuto, come se il nostro sacrificio non fosse servito a nulla, per le dovute e ingiuste inconsiderazioni di questi legislatori. Con questo, Invito coscientemente ed umanamente a riflettere e ha cercare di prendere delle dovute e giuste azioni in un tempo spero abbastanza breve, per tutti noi reduci di precocità, e che con questa precocità di lavoro e non di divertimento che si è tatuato in noi purtroppo in modo indelebile ormai stanco come quello di un anziano, per aver iniziato a lavorare troppo precocemente.

    PER ME, NON SO SE ANCHE PER VOI, LAVORATORI PRECOCI: CIOE’ LAVORATORI DA RAGAZZINI, PER GIUSTO GIUDIZIO E PER GIUSTA CAUSA, NOI DOVEVAMO ESSERE RICONOSCIUTI ANCOR DI PIU’ E MEGLIO DEI LAVORI USURANTI CHE GODONO E PRIVILEGGIANO DI ANNI DI PREPENSIONAMENTO, PENSANDO A QUELLE NOSTRE PICCOLE E TENERE OSSICINE FRAGGILI CHE ERAVAMO. PERCHE’ NOI DA RAGAZZINI CI SIAMO USURATI ANCOR PRIMA E DI PIU’ DEI LAVORI USURANTI.

  9. Giorgio dice:

    08 feb 2012 alle 10:10

    Buongiorno,
    Sono nato il 23/06/1962, sono un lavoratore dipendente dal 11/01/1978, attualmente dipendente dello stato, come lavoratore precoce quando potrò andare in pensione?
    grazie

  10. roberto dice:

    05 apr 2012 alle 11:30

    E’ VERGOGNOSO FARCI DERUBARE DAI NOSTRI POLITICI I DIRITTI MATURATI NELL’ETA’ GIOVANILE. ORGANIZZIAMOCI E FACCIAMO UNA BELLA MANIFESTAZIONE CONTRO QUESTI LADRONI CHE CI TOLGONO LA VITA.
    NON PENSIAMO SOLO AL PALLONE E ALLE CAZZATE DI SANREMO, MA PENSIAMO A COME FARCI RIDARE QUANTO DA NOI GUADAGNATO COL SUDORE E NON CON LE PAROLE COME FA QUESTA CASTA DI PARASSITI.

  11. ANDREA59 dice:

    03 mag 2012 alle 10:11

    I sindacati dovrebbero battersi per i famosi 40 di contributi anche io lavoratore precoce mi sento umiliato da una presuntuosa professoressina che se avrebbe lavorato un po’in fabbrica tutti i bollori gli sarebbero passati.Ci hanno tolto la fanciullezza e adesso vogliono toglierci anche la vecchiaia e la prendiamo nel didietro tre volte 1 perche’ abbiamo iniziato da ragazzi 2 perche’ andiamo in pensione piu’ tardi 3 pensione con il contributivo vediamo cosa si devono inventare c’e’ una frase che dice beati i primi che saranno gli ultimi in questo caso siamo noi 40 ANNI SONO DIRITTI AQUISITI ANCHE PER NOI NON SOLO PER I POLITICI ALLE VOTAZIONI VOTATE MOVIMENTO 5 STELLE CHISSA’CHE CAMBI QUALCOSA

  12. Carlo dice:

    15 mag 2012 alle 18:50

    è possibile fare una class action?

  13. messiax dice:

    16 gen 2013 alle 11:56

    LAVORATORI PRECOCI: BOLLORE FRIGNERO…se avesse iniziato a lavorare a 15 anni in cantiere o in fabbrica…e se comunque avesse LAVORATO!!!…cosa che non ha mai fatto…BOLLORE FRIOGNERO…gli sarebbero passati i BOLLORI…ma anche i partiti ( TUTTI DESTRA CENTRO E SINISTRA ) COMPLICI & CARNEFICI della stessa legge ( LA RIFORMA DI BOLLORE FRIGNERO…va ABOLITA )completamente !!!!…I FONDI …li recuperiamo dalle PENSIONI D’ORATE…100.000 PENSIONI D’ORATE…DAI 9000 AI 52.000 Euro alm mese…che costano allo stato 13 MILIARDI DI EURO…PONENDO UN LIMITE MASSIMO DELLA PENSIONE CHE NON PUO SUPERARE I 3000 EURO MENSILI…TUTTE LE PENSIONI CHE SUPERANO QUESTO VALORE …VERRANNOP ELARGITE…MA SARANNO TASSATE IN PERCENTUALE ADEGUATA !!!!


Lascia un commento