ABC Risparmio

Il Post

Notifiche effettuate ad un indirizzo sbagliato: sono nulle

Gentile Avvocato,solo ieri sono venuta a conoscenza che, a luglio di quest’anno, mi è stata notificata (al mio vecchio indirizzo di residenza) una cartella di pagamento per sanzioni amministrative i cui verbali non mi sono mai stati notificati. Quello che le chiedo è se oggi, nonostante il termine di 30 giorni per l’impugnazione della cartella al G.p.P sia scaduto, posso comunque depositare il ricorso con l quale, oltre che contestare la nullità della notifica, chiedere (contestualmente?) la remissione in termini (anche alla luce della recente sentenza della Corte di Cassazione n. 18049 del 02.09.2011. Grazie infinite.

Le notifiche effettuate ad un indirizzo sbagliato sono nulle e la costituzione in giudizio avverso una cartella esattoriale inviata erroneamente alla vecchia residenza  sanerebbe la notifica della stessa effettuata dalla P.A.. Inoltre un’opposizione tardiva rischia seriamente di essere dichiarata inammissibile dal G.d.P. e ciò indipendentemente da quanto ha statuito (in materia di nullità della notifica) la sentenza di legittimità che lei cita. Pertanto o si ignora la cartella con la notifica nulla, oppure si decide di contestarla (per omessa notifica dei verbali da cui essa origina), ma nei termini di legge. Credo che non le resti altro che attendere la notifica dell’eventuale provvedimento di fermo amministrativo.

Posta le tue domande sul forum Consulenze gratuite
Ti è piaciuto questo articolo? Seguici su Facebook!
VN:F [1.9.8_1114]
Gradimento: 1.0/10 (1 voto)
Notifiche effettuate ad un indirizzo sbagliato: sono nulle, 1.0 out of 10 based on 1 rating

Articoli correlati

1 Commento

Una risposta a “Notifiche effettuate ad un indirizzo sbagliato: sono nulle”

  1. manuela dice:

    14 ott 2012 alle 19:49

    Gentile avvocato,
    ho ricevuto una cartella di Equitalia pe due verbali notificati il 27/09/2009 ad un vecchio indirizzo. Dal controllo presso l’ufficio di Polizia municipale del comune dove subita sanzione si è evinto che le due raccomandate contenenti una i verbali contestati e l’altra l’avviso della posta in giacenza, mai furono da me o altri ritirati, e considerando che in data 22/06/2009 avevo fatto regolarmente richiesta di cambio residenza, alla luce dei fatti posso fare ricorso in autotutela anzichè al gdp?
    grazie per l’attenzione


Lascia un commento