ABC Risparmio

Il Post

Eredità: bollo auto e passaggio di proprietà

Bollo auto ed eredità. Passaggio proprietà auto del defunto.
Carissimo avvocato, le volevo esporre un mio problema: ho mio padre deceduto nel
novembre 2009, il 5 gennaio 2011 mi è stata notificata una cartella per il
mancato pagamento di una tassa di circolazione riguardante un veicolo
commerciale con scadenza anno 12/2007. Volevo sapere se mi spettava pagarla o
meno dato siano passati più di tre anni.
Un altro mio problema è che mio padre possedeva due auto che tuttora risultano
ancora intestate a lui tra cui su una usufruisco dall’esenzione del bollo perché
ho un fratello con la 104 e per continuare a usufruire di questa agevolazione
volevo sapere se la potevo intestare solo a me e mio fratello o la devo
intestare obbligatoriamente anche a mia sorella e mia mamma? E poi non fa niente
che sono passati più di 14 mesi da quando mio padre e deceduto? Aspetto una
vostra risposta. Grazie per la vostra disponibilità

I pagamenti del bollo auto, si prescrivono in tre anni dalla scadenza, ma in
pratica il termine diventa di quattro anni, perché esso cade alla fine del terzo
anno successivo a quello in cui doveva avvenire il versamento. Tuttavia, solo se
hanno accettato l’eredità, gli eredi succedono nei debiti e nei crediti e sono
quindi tenuti a pagare le tasse del de cuius (compreso il bollo auto). Sul
punto, la giurisprudenza ha chiarito che questi sono tenuti solo al pagamento
della sorte capitale e non anche alle more e gli interessi maturati a causa del
mancato pagamento del contribuente defunto.
Nel suo caso, quindi, non sussiste alcuna prescrizione del tributo, ma è stata
commessa una grave ingenuità ad accettare la notifica della cartella intestata a
suo padre. Sarebbe stato il caso di rifiutarla, in quanto è compito della P.A.
fare le opportune verifiche e rinotificarla – per tempo – agli eredi.

Per quanto concerne il trasferimento di proprietà del veicolo, esistono una
serie di motivazioni afferenti profili amministrativi, civili e fiscali per le
quali non è solo “consigliabile”, ma è un preciso obbligo di legge, effettuare
il passaggio di proprietà del veicolo da parte degli eredi. Il termine è di
sessanta giorni dall’autenticazione della firma dell’erede sull’atto di
accettazione dell’eredità. Le ricordo inoltre che, la mancata richiesta di
aggiornamento del Certificato di Proprietà e della carta di circolazione
determina l’applicazione, in caso di controllo della polizia municipale, di
sanzioni monetarie oltre al ritiro della carta di circolazione ai sensi
dell’art. 94 del Codice della Strada.

In ultimo, ai fini dell’esenzione ex Legge 104/92, l’agevolazione fiscale spetta
sia quando il veicolo è intestato alla persona disabile, sia quando è intestato
ad un familiare di cui lo stesso disabile risulti fiscalmente a carico.

Posta le tue domande sul forum Consulenze gratuite
Ti è piaciuto questo articolo? Seguici su Facebook!
VN:F [1.9.8_1114]
Gradimento: 0.0/10 (0 voti)

Articoli correlati

1 Commento

Una risposta a “Eredità: bollo auto e passaggio di proprietà”

  1. stufo76 dice:

    15 feb 2012 alle 11:41

    Ciao, se può essere utile, segnalo una guida completa e aggiornata per il passaggio di proprietà fai da te: http://www.comerisparmio.net/passaggio-proprieta/


Lascia un commento