NAVIGA IL SITO
Home » guide » Investimento sicuro » Spread BTp Bund, cosa vuol dire?

Spread BTp Bund, cosa vuol dire?

Il differenziale di rendimento tra i buoni del tesoro poliennali italiani e il loro omologo tedesco è ormai entrato nel linguaggio comune.

di Marco Delugan 15 nov 2016 - ore 16:53

Negli ultimi decenni l'importanza dei mercati finanziari è aumentata nella vita di tutti, sia individui, che aziende, che istituzioni. E così molti termini tecnici della finanza sono entrati a far parte della conversazione quotidiana. Spread Btp Bund è uno di questi.

Quando strillato forte, segnala panico per i titoli di Stato italiani, e per i nostri conti pubblici. Con tutte le conseguenze che gli allarmi della Ue, a seguito di un mancato rispetto dei parametri di Maastricht, possono avere sulle tasse e sulle spese dello stato e sui servizi offerti ai cittadini.

Ma cos'è lo spread tra i btp e il bund tedesco, come si calcola, perché cambia nel tempo? E soprattutto, quali effetti hanno i suoi movimenti sul debito pubblico?

Senza dimenticare che le variazioni dello spread btp bund possono avere effetti anche su altri aspetti della vita di tutti noi. Come sui finanziamenti ai privati, sull'economia banche, sui fondi obbligazionari e sulle aziende private.

Ne abbiamo parlato con Giacomo Saver, consulente finanziario indipendente e collaboratore di AbcRisparmio.

 

COSA SONO BTP E BUND

Sono entrambi titoli dello Stato. Il Btp è il buono del tesoro poliennale a tasso fisso emesso dallo Stato italiano. Il Btp ha una durata variabile che può andare dai 3 ai 30 anni. Il Bund è l’omologo tedesco: un titolo di Stato a tasso fisso emesso della Germania.

 

LEGGI ANCHE: Come investire in Titoli di Stato

 

SPREAD BTP BUND, COS'E' E COME SI CALCOLA

spread btp bundLo spread è la differenza tra il tasso di rendimento di un Btp e di un Bund su una scadenza di 10 anni. Vediamo come calcolare il rendimento di un titolo di stato. Ogni titolo ha un rendimento dato dalla componente cedolare più il guadagno o perdita in conto capitale. La componente cedolare è data dai flussi di interessi che il titolo periodicamente paga. Il guadagno o la perdita in conto capitale è dato dalla differenza fra quanto il risparmiatore ha pagato il titolo e quanto viene rimborsato a scadenza che è quasi sempre il 100% del valore nominale. Il tutto viene rapportato al prezzo di acquisto del titolo.

Rendimento titolo: (Interessi + (valore rimborso - prezzo acquisto))/prezzo acquisto

 

LEGGI ANCHE: Quanto rendono le obbligazioni

 

Per calcolare lo Sperad tra Btp e Bund in un dato momento viene fatta la differenza tra il rendimento dei due titoli usando nel calcolo il prezzo che i due titoli hanno in quel monento al posto del prezzo di acquisto.

Spread Btp Bund: Rendimento Btp - Rendimento Bund

Dire che lo spread è di 350 punti base - o basis poit - vuol dire che il Btp rende il 3,5% in più rispetto al Bund. Lo spread Btp Bund può essere calcolato in qualsiasi momento di borsa aperta.

 

PERCHE' LO SPREAD BTP BUND CAMBIA NEL TEMPO

Uno dei principi che regola il funzionamento dei mercati finanziari è che maggiore è il rischio associato a un emittente, maggiore sarà il rendimento richiesto per acquistarne i titoli. Il Bund è considerato un titolo privo di rischio, in quanto l’emittente è molto solido. Lo spread segnala quanto il Btp rende in più rispetto al Bund. Tanto maggiore è lo spread, tanto più alto è il rischio che il mercato percepisce associato al Btp italiano. E tanto maggiori sono i dubbi dello stesso sulla capacità dello Stato italiano di rimborsare regolarmente i propri debiti.

Uno spread ampio significa che il mercato ha paura e che richiede rendimenti più alti per investire su titoli dello Stato italiano. Ma, attenzione, è un rischio percepito, e non è detto che alla lunga si traduca necessariamente in un default.

Quando lo spread aumenta, vuol dire che stanno aumentando i dubbi sull'affidabilità dell'Italia da un punto di vista finanziario. Quando diminuisce, che l'Itala sta riguadagnando credibilità. Ma è anche possibile che lo spread aumenti perché il rendimento del Bund diminuisce a causa dell'aumento della domanda di mercato. Bisogna sempre contestualizzare quando si parla di economia e finanza.

 

EFFETTI SUL DEBITO PUBBLICO DI SPREAD BTP BUND IN AUMENTO

Per quanto riguarda lo Stato, dipende dalla struttura del debito pubblico. Nel senso che i Btp nascono a tasso fisso, quindi il fatto che il rendimento possa variare è importante per chi investe in Btp. Per lo Stato il discorso è più complesso. Per quanto riguarda i Btp già emessi, lo Stato comunque paga gli interessi pattuiti all’atto dell’emissione. Da questo punto di vista non cambia nulla. Ma il fatto che lo Spread sia cresciuto significa che a mano a mano che i Btp scadono lo Stato dovrà emetterne degli altri con interessi e rendimento più elevati. Altrimenti rischia che non vengano acquistati. E questo vuol dire che mentre i Btp scadono e lo Stato ne emette di nuovi l’onerosità del debito pubblico sale. Il maggior rischio percepito si traduce in un aumento del rendimento richiesto e in un maggior costo del debito per lo Stato.

 

EFFETTI SUI FINANZIAMENTI AI PRIVATI

I prestiti ai cittadini fatti da banche e altre finanziarie sono legati all’Euribor. L'Euribor è un tasso interbancario che risente più della maggiore o minore liquidità presente nel mercato interbancario che non dello spread Btp Bund. E' addirittura possibile che i costi dei mutui scendano nei casi in cui la Bce, per poter far scendere gli spread, acquista titoli di Stato e immette in questo modo liquidità nel sistema facendo scendere i tassi Euribor e i tassi intebancari. Per i cittadini che possiedono già Btp e altri titoli pubblici, l’unica cosa è non venderli e tenerli fino a scadenza, quando verranno rimborsati dall’emittente.

 

EFFETTI SU BANCHE E FONDI OBBLIGAZIONARI

Se la quotazione dei Btp dovesse scendere ancora salirebbe il rendimento e quindi lo spread andrebbe alle stelle. Questo avrebbe un impatto negativo sulle banche, perché sono investitori istituzionali e investire in titoli di Stato fa parte del loro mestiere. Ne possiedono tanti e con il prezzo che scende, scende anche il loro capitale. Anche i fondi obbligazionari perderebbero tantissimo, perché valutano il portafoglio titoli al prezzo di mercato.

 

EFFETTI SU AZIENDE PRIVATE

Un eventuale impatto sulle aziende deriverebbe dal fatto che per un cittadino italiano potrebbe diventare più conveniente comperare titoli di Stato piuttosto che investire in obbligazioni private. Per quanto abbia grossi problemi, lo Stato è comunque un emittente più solido di quanto possa essere un’azienda privata. Per l’impresa potrebbe diventare più difficile reperire capitali proprio perché gli investitori potrebbero trovare più convenienti i titoli di Stato.

 

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: obbligazioni , spread btp bund
da

Soldi Online

Il FTSEMib chiude in rosso la seduta (e anche la settimana)

Il FTSEMib chiude in rosso la seduta (e anche la settimana)

Spicca il forte ribasso subito da Salvatore Ferragamo. In altalena i bancari, dopo i ribassi subiti nelle ultime tre giornate. Ottima seduta per Poste Italiane Continua

da

Soldi e Lavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »