NAVIGA IL SITO
Home » guide » Investimento sicuro » Come salvare i risparmi dalla crisi finanziaria

Come salvare i risparmi dalla crisi finanziaria

La crisi del debito sovrano dell'area Euro spinge le borse verso il basso. Il modo migliore per difendere i nostri risparmi è quello di scegliere investimenti sicuri e fondi immobiliari.

di Giacomo Saver 13 apr 2012 - ore 11:56
La Spagna ha riacceso i riflettori sulla crisi del debito sovrano e subito le borse hanno iniziato a scendere. I principali mercati (Usa, Emergenti ed Europa) hanno rallentato con decisione la corsa rialzista ed ora sono in bilico. Da un lato il movimento principale impostato verso l'alto non è ancora compromesso, dall'altro l'ipotesi di un ritorno ad un trend ribassista non è più così inverosimile come poteva apparire fino a qualche settimana fa.

Dal canto suo neppure l'oro è immune dalla crisi, dato che la sua quotazione ha subito negli ultimi mesi un ribasso piuttosto marcato smentendo in pratica il suo ruolo egemone di bene rifugio.
Ma allora, dove può investire chi vuole mettersi al riparo dalla situazione attuale del debito pubblico europeo?

Investire in conti deposito
La prima alternativa sono i conti deposito. Essi, a differenza dei bond governativi, non sono soggetti in via diretta al default di questi ultimi. Inoltre il valore di un conto deposito coincide, per definizione, con l'importo versato sullo stesso. Essi sono lo strumento ideale per chi voglia tenere i propri risparmi al riparo dalle turbolenze dei mercati obbligazionari europei.

LEGGI ANCHE: Tutti pazzi per i conti deposito: redditizi, sicuri e convenienti

Investire in buoni fruttiferi postali
La seconda alternativa è rappresentata dai Buoni Postali Fruttiferi, che godono della doppia garanzia. Anzitutto di Poste Italiane, in quanto emittente i buoni stessi, e dello Stato Italiano in seconda battuta. Anche i Buoni non presentano oscillazioni sfavorevoli di valore, poiché potranno essere rimborsati in ogni momento con al limite la sola rinuncia degli interessi maturati se il disinvestimento avviene in un predefinito arco temporale. Una valida opportunità di impiego è rappresentata dai buoni indicizzati all'inflazione, che permettono di mettere al riparo i propri soldi dall'erosione monetaria.

LEGGI ANCHE: I Buoni fruttiferi postali

Investire nei fondi immobiliari
Infine una interessante opportunità, per chi ha sangue freddo e alcuni anni a disposizione, sono i fondi immobiliari. Essi permettono di acquistare una quota parte di un patrimonio immobiliare – di solito in gran parte affittato- a prezzi 'scontati'. Ciò è possibile grazie al fatto che i fondi immobiliari, a differenza dei tradizionali fondi comuni aperti, possono essere acquistati ad un valore inferiore a quello teorico determinato dividendo il valore del fondo per il numero di quote in circolazione.

Chi sottoscrive un fondo di investimento, paga la quota al suo valore corrente (NAV) e ottiene il rimborso della stessa sulla base del medesimo valore. Chi acquista delle quote di un fondo immobiliare, invece, paga il prezzo di mercato (dato che esse sono scambiate in borsa) solitamente inferiore al NAV stesso.
Poiché il fondo immobiliare ha una data di scadenza alla quale sarà liquidato attraverso la cessione del patrimonio immobiliare e la distribuzione del NAV ricavato, un forte sconto del prezzo di mercato rispetto al NAV teorico è un vantaggio per l'investitore.

Ovviamente è impossibile conoscere i prezzi futuri di vendita degli immobili, motivo per il quale il NAV in corso d'opera è solo stimato. Se, tuttavia, il prezzo differisce in modo sensibile da questo importo, il rischio corso dal risparmiatore è molto ridotto a condizione di conservare le quote fino alla scadenza.
I fondi immobiliari, infine, pagano dei “dividendi” pari agli affitti incassati durante l'anno. Essi sono un valido strumento per “mettersi al riparo” dalle tempeste finanziarie perfette generate da crisi del debito sovrano, perché consentono di acquistare immobili già affittati a sconto rispetto al loro valore.

LEGGI ANCHE: Vivere di rendita immobiliare

Il risparmiatore che voglia riparare i suoi risparmi dalla crisi attuale, ha quindi tre possibilità di investimento:
1) i conti deposito
2) i buoni postali
3) i fondi immobiliari

Giova ricordare che non c'è una sola forma di investimento a garantire la protezione dei soldi investiti, ma che essa è ottenibile attraverso l'implementazione di una strategia complessiva di portafoglio mirata a compensare i difetti di alcune classi di attivo con i pregi delle altre.

Giacomo Saver

Formazione e Consulenza Finanziaria Indipendente
http://www.segretibancari.com
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

Soldi Online

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Se si analizzano i trend che dovrebbero guidare l’economia globale nei prossimi anni lo scenario più probabile per il prossimo futuro è quello di una crescita globale stabile Continua

da

Soldi e Lavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »