NAVIGA IL SITO
Home » guide » Fisco & Tasse » Irpef 2015: tutte le scadenze

Irpef 2015: tutte le scadenze

Oltre al 730 precompilato, ci sono altre scadenze che i contribuenti italiani devono aver presenti in questi mesi. Ci si dovrà ricordare di dichiarare i propri redditi e di versare le relative imposte.

di Antonello Scrimieri 6 mag 2015 - ore 09:26

Con il mese di Maggio il Fisco richiama gli Italiani per ricordare il versamento delle imposte e per ricordare di dichiarare i propri redditi attraverso il nuovo modello 730 precompilato o attraverso le consuete modalità già previste negli anni passati.

Il primo passo del 2015, della nostra Amministrazione Finanziaria è stato quello di comunicare agli Italiani la possibilità di utilizzare il nuovo 730 precompilato a partire dal 15 aprile.

Per i primi 15 giorni, il nuovo modello dichiarativo è stato solo visionabile, ma a partire dal 1 maggio, i contribuenti possono modificarlo e/o accettarlo. Con questo nuovo modello i lavoratori dipendenti e i pensionati hanno la possibilità di assolvere i loro impegni tributari senza preoccuparsi dei versamenti, sarà il sostituto di imposta che alle scadenze prefissate tratterà le somme da versare o rimborserà le imposte versate in eccesso.

LEGGI ANCHE: Come funziona il nuovo modello 730 precompilato

Per i contribuenti che decidono di liquidare le imposte in via autonoma la prima scadenza è prevista per il 16 giugno. I contribuenti che compileranno il modello UNICO 2015 in questa data dovranno versare il saldo delle imposte del 2014 e il primo acconto del 2015. Alla scadenza appena indicata si dovrà provvedere al pagamento inoltre della cedolare secca per i canoni di locazione degli immobili locati ad uso abitativo e le imposte sostitutive previste per i contribuenti definiti “minimi”, salvo proroghe.

Gli stessi contribuenti potranno decidere di versare queste imposte con un ritardo non superiore a 30 giorni, ovvero entro il 16 luglio. In questo caso dovranno pagare una maggiorazione pari allo 0,40% dell’importo dovuto.

Entro il 30 giugno andrà consegnato il modello UNICO cartaceo presso uno degli  uffici postali. La consegna cartacea è prevista unicamente per chi pur possedendo redditi dichiarabili nel 730, non ha potuto utilizzarlo o deve anche dichiarare redditi da attività o immobili esteri o plusvalenze da cessione di partecipazioni qualificate.

Le imposte IRPEF di saldo e acconto potranno anche essere versate in forma rateale partendo dal 16 giugno in 6 rate mensili scadenti il 16 luglio, il 20 agosto, il 16 settembre, il 16 ottobre e il 16 novembre, versando inoltre gli interessi per il dilazione ad un tasso annuo del 4,00%.

Tra queste scadenze ricordiamo ai soggetti che hanno deciso di compilare il 730 che entro e non oltre il 7 luglio dovranno inviare all’Agenzia delle Entrate il modello.

Dopo le ferie estive i contribuenti dovranno inviare entro il 30 settembre, il modello UNICO 2015 in via telematica all’Agenzia delle Entrate, tramite il canale Fisconline o Entratel.

Infine il secondo acconto delle imposte per il 2015 dovrà essere versato non oltre il 30 novembre.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: irpef
da

Soldi Online

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Nei prossimi 5 anni? Una crescita globale stabile

Se si analizzano i trend che dovrebbero guidare l’economia globale nei prossimi anni lo scenario più probabile per il prossimo futuro è quello di una crescita globale stabile Continua

da

Soldi e Lavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »