NAVIGA IL SITO
Home » guide » Fisco & Tasse » Detrazioni fiscali prorogate per il 2014

Detrazioni fiscali prorogate per il 2014

La Legge di stabilità approvata dal Senato della Repubblica ad ottobre ha prorogato le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie e il risparmio energetico

di Antonello Scrimieri 5 dic 2013 - ore 09:58
Il Governo ha dichiarato che la legge di Stabilità per il 2014 punta a favorire la crescita e che, con le misure disposte nel provvedimento, si avvia un percorso di riduzione del carico fiscale sulle famiglie e sulle imprese, promuovendo l’occupazione nazionale.

La proroga. Il comma 87 dell’articolo 1 della Legge di Stabilità 2014 proroga, in misura potenziata, per tutto il biennio 2014 e 2015 gli sconti per le ristrutturazioni edilizie e il risparmio energetico. Le detrazioni saranno rispettivamente pari al 50% e al 65% per il 2014, confermando quanto già previsto per il 2013, e scenderanno al 40% e al 50% per il successivo anno, il 2015.

Viene anche prorogata al 31 dicembre 2014 la detrazione IRPEF per le spese sostenute per l'acquisto di mobili finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione nonché di grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+, di categoria A per i forni e, di apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica. Questa agevolazione spetta dunque per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014 ed è calcolata su un ammontare non superiore a 10.000 euro.

I Condomini. Le detrazioni, previste per le spese per il risparmio energetico e per le ristrutturazioni edilizie sostenute per interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, hanno avuto una proroga di maggior durata. Per queste categorie le detrazioni saranno rispettivamente pari al 65%, per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 30 giugno 2015; e pari al 50%, per le spese sostenute dal primo luglio 2015 al 30 giugno 2016.

L’IVA. Infine si ricorda che per entrambe le categorie di detrazioni resta valida la riduzione dell’aliquota IVA. L’aliquota al 10% è applicabile soltanto per le prestazioni di servizi mentre per le cessioni di beni l’aliquota ridotta si applica solo quando la relativa fornitura è posta in essere nell’ambito del contratto di appalto.

Antonello Scrimieri
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: detrazioni fiscali
da

Soldi Online

FTSEMib sui massimi di giornata (grazie alle banche)

FTSEMib sui massimi di giornata (grazie alle banche)

In forte rialzo Unicredit: secondo Il Sole24Ore l’istituto starebbe valutando la cessione di un portafoglio di 20 miliardi di Non performing loan. Molto bene anche MPS Continua »

da

Soldi e Lavoro

Novità pensioni precoci: grazie a chi si prodiga per noi

Novità pensioni precoci: grazie a chi si prodiga per noi

Le ultime novità sulle pensioni precoci dopo il colloquio con Tommaso Nannicini arrivano da un lavoratore precoce, Andrea detto il Toscano Continua »