NAVIGA IL SITO
Home » guide » Fisco & Tasse » Come calcolare la mini-Imu

Come calcolare la mini-Imu

di Redazione ABCRisparmio
Mini-Imu in dirittura d’arrivo. La scadenza è prevista per il 24 gennaio, e dovrà essere pagata sulla prima casa nei comuni che nel 2013 avevano stabilito un’aliquota Imu superiore allo 0,4%. F24 o bollettino postale gli strumenti per pagarla.

LEGGI ANCHE: Le tasse sulla prima casa nel 2014

Quando pagare – La scadenza per il pagamento della mini-Imu è il 24 gennaio.

Chi deve pagare – La mini-Imu dovrà essere pagata dai proprietari di immobili quando questi vengono considerati abitazioni principali, e qualora nel 2013 non sia stata versata la rata Imu; ma solo nei comuni in cui l’aliquota per l’abitazione principale era nel 2013 superiore allo 0,4% (Roma, Napoli, Milano, Torino, e per gli altri comuni è necessario risalire alla delibera comunale del 2013).

Quanto si dovrà pagare – Il 40% della differenza tra la rata 2013 e quella che si sarebbe dovuta pagare se l’aliquota fosse stata dello 0,4%.

Come si paga la mini-Imu – Con F24 e bollettino postale. Attenzione però: mentre il modello F24 lo si può utilizzare in tutti i comuni, il bollettino postale è utilizzabile solo in alcuni; l'F24 non costa nulla, mentre il bollettino postale costa 1,3 euro, e 0,70 euro per chi ha più di 70 anni. Chi vuole utilizzare il modello F24 – che si può utilizzare in banca, in posta e sul sito dell’Agenzia delle Entrate – deve ricordarsi di indicare come codice tributo il 3912 e aggiungere che il versamento si configura come saldo 2013.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: mini imu

da

Soldi Online

Borsa italiana: giornata interlocutoria in attesa degli stress test Bce

Borsa italiana: giornata interlocutoria in attesa degli stress test Bce

Piazza Affari e le principali borse europee in altalena nell’ultima seduta della settimana. A tenere banco l’attesa legata alla comunicazione dei risultati degli stress test della Bce Continua »

da

Soldi e Lavoro

Decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato

Decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato

Allo stato attuale, il taglio dei contributi per i nuovi assunti a tempo indeterminato avrà un tetto: 6.200 euro all'anno. Calcoli sulla decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato Continua »