NAVIGA IL SITO
Home » guide » Come fare » Come disdire un contratto enel

Come disdire un contratto enel

Qualsiasi contratto ognuno firmi per determinate utenze, gas, luce, acqua etc, può essere disdetto in qualsiasi momento. Ovviamente ogni azienda, a tal proposito mette delle clausole all'interno del regolamento, legate alla propria fornitura, che possono richiedere delle spese per cessione anticipata di contatto.

Istruzioni
Difficoltà
  1. Se vi trovate nelle condizioni di dovere chiudere un'utenza enel, perchè dovete lasciare l'immobile che affittate, o qualsiasi altro motivo, potete decidere di seguire due percorsi differenti: il primo, per via telefonica chiamando il numero verde presente nella bolletta enel che permette di agevolare varie pratiche.
  2. Tra queste vi è anche la possibilità di cessare la fornitura. per fare questo, vi verrà chiesto a chi intestare l'utenza, oppure semplicemente i dati presenti nell'ultima bolletta ricevuta (numero cliente, codice fiscale etc.). Generalmente il distacco della fornitura Enel, avviene in modo molto veloce, perchè essendo ormai presente il contatore elettronico, il tutto viene gestito direttamente dalla centrale.
  3. Un altra alternativa è quella di recarsi in un qualsiasi punto enel presente nelle città, sempre muniti di documenti e bolletta enel. Infine, potete optare alla classica procedura cartacea, che presuppone la compilazione di un modello (scaricabile da internet) per l'interruzione della fornitura. In ogni caso, vi verrà restituita il deposito cauzionale iniziale.
di ANDREADG

Ultime Guide e Articoli di Come fare
da

Soldi Online

Riprende la corsa di Piazza Affari: torna il sereno sui bancari

Riprende la corsa di Piazza Affari: torna il sereno sui bancari

Spiccano le ottime performance della Popolare di Milano e di UBI Banca. Molto bene anche Enel, grazie alle indicazioni positive di alcune banche d’affari Continua »

da

Soldi e Lavoro

Come sono andati i salari nel 2013

Come sono andati i salari nel 2013

Secondo quanto si legge nel rapporto "Taxing Wages" dell'Ocse il salario medio in Italia nel 2013 é aumentato dell'1,3% rispetto all'anno precedente. In un'infografica i dati dello studio Ocse Continua »