NAVIGA IL SITO
Home » guide » Come fare » Come Calcolare I Millesimi Di Un Condominio
Guide simili Non ci sono articoli correlati per questo articolo
Speciale Non ci sono articoli correlati per questo articolo

Come Calcolare I Millesimi Di Un Condominio

Vivere all'interno di un condominio, a volte comporta scontrarsi con i problemi in esso connessi, da quelli di convivenza a quelli economici e di ripartizione equa delle spese. Ma comporta anche dei vantaggi. In questa guida, ci occuperemo di come calcolare i millesimi di un condominio.

Istruzioni
Difficoltà
come-calcolare-i-millesimi-di-un-condominio

Approfondimento:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
  1. Se sei un condomino di un edificio composto da diversi condomini, hai un valore standard di mille, che viene suddiviso, tra i vari proprietari, in base alle caratteristiche dei diversi appartamenti, e alla loro quota di parti comuni. Per calcolare la giusta quota di millesimi, non devi contare solo la superficie della casa.
  2. Devi anche considerare il piano, quelli alti in genere valgono di più e devi considerare l'esposizione. La somma dei valori che ti assegnerai, deve dare sempre mille. A tale riguardo, puoi utilizzare le cosidette " tabelle di proprietà ", che riportano i millesimi in base alle quote di possesso (singolo appartamento porzione delle parti comuni).
  3. E' in base a queste tabelle che dovrai fare riferimento nelle assemblee, per stabilire la soglia necessaria per prendere le decisioni. Ed è in base a queste che verranno ripartite le spese condominiali, come il riscaldamento, l'acqua, l'ascensore e le scale, anzi tieni presente che i millesimi aumentano con l'elevarsi del piano.

Leggi anche:

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
di nico65

Non ci sono articoli correlati per questo articolo
da

Soldi Online

Piazza Affari sale: Monte Paschi mette il turbo

Piazza Affari sale: Monte Paschi mette il turbo

Bancari protagonisti di giornata. Domenica 26 ottobre alle 12 saranno resi noti i risultati degli stress test condotti dalla BCE sulle principali banche europee Continua »

da

Soldi e Lavoro

Decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato

Decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato

Allo stato attuale, il taglio dei contributi per i nuovi assunti a tempo indeterminato avrà un tetto: 6.200 euro all'anno. Calcoli sulla decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato Continua »