NAVIGA IL SITO
Home » guide » Banche e Poste » Wetrade Webank, fusione in alto mare

Wetrade Webank, fusione in alto mare

di Redazione Soldionline 30 dic 2010 - ore 14:50
Riceviamo e pubblichiamo. Se avete anche voi storie da raccontare sui vostri rapporti con banche, assicurazioni, agenzie delle entrate… speditele a contributi@soldionline.it. Grandi o piccole, tristi, arrabbiate o a lieto fine, vanno bene tutte.

Vi scrivo per segnalarvi della situazione in cui versa la fusione tra la Sim Wetrade e la banca Webank. Siamo alla seconda settimana di fusione (la fusione è partita il 20/12/2010) e tutti gli ex clienti Wetrade confluiti in Webank sono nel pieno caos. La fusione è di fatto in "alto mare". Clienti con saldo non corretto, titoli in portafoglio mancanti. Assistenza tecnica assente, tempi di attesa al telefono anche di un'ora. Risoluzione dei problemi pari a zero.

Cordialmente

Tutti gli interventi su fusione Wetrade Webank



Fusione Wetrade Webank, sportello reclami II

Vai al Forum sulla fusione Webank Wetrade

TUTTI GLI ARTICOLI SU: sportello reclami , webank , wetrade

Commenti dal 1 al 4
(4)

Antonio lunedì, 10 gennaio 2011

incompetenza o menefreghismo

Ho avuto anch'io grossi problemi, a seguito della fusione; io ero semplicemente cliente Webank, con un conto deposito ed una linea vincolata...mi è SPARITO TUTTO!!! Mi ritrovo sul conto semplicemente 80 euro, che era la cifra esistente sul conto corrente "libero"...TUTTO IL RESTO SPARITO!!! In data 24 dicembre mi è stata inviata una mail "vaneggiante" che parlava di una mia INESISTENTE richiesta di chiusura conto, seguita da un'altra mail, con la quale mi veniva comunicato che era stata avviata la procedura di chiusura del conto!! Io non ho mai fatto alcuna simile richiesta a Webank!!! Non so cosa stia succedendo...ma comincio a pensare che sia il caso di fare una denuncia penale per appropriazione indebita (art, 346 c.p.)!!! Tra l'altro, accorgersi la notte di Natale che ti mancano i tuoi soldi, vedersi recapitare quel tipo di mail, senza poter parlare con nessuno della banca per giorni, in quanto periodo festivo...non è stato il massimo della vita! Ora, a distanza ormai di 15 giorni, QUESTI ancora non riescono a risolvere il problema!! INCOMPETENZA o MENEFREGHISMO???

n° 4
Alfio mercoledì, 5 gennaio 2011

WeBank scandalosa

Fusione indecente. Ho segnalato una serie innumerevole di problemi ad oggi non risolti, e come se non bastasse, mi hanno anche scritto dicendo che tutti i miei problemi erano stati risolti.

Titoli non trovati su NYSE e Nasdaq, titoli scomparsi dal portafoglio T3, cambio non aggiornato alle 15:00 come in WeTrade, etc, etc, etc

Semplicemente scandaloso e squallido

n° 3
Paolo venerdì, 31 dicembre 2010

Non solo wetrade

Gli inconvenienti non riguardano solo i clienti wetrade ma anche quelli già in webank.
Ad oggi risultano ancora problemi come riportato anche qui
http://banca-del-risparmio.blogspot.com/2010/12/migrazione-wetradewebank-disastrosa.html

Mi sorprende che ad oggi non se ne parli almeno sui giornali finanziari..

n° 2
ANONIMO giovedì, 30 dicembre 2010

Wetrade Webank, fusione sulla spiaggia...

Forse sarò l'unico fortunato ma nulla di quello che è scritto nell'articolo posso condividere, nonostante sono molto critico verso le banche; ma chi l'ha scritto l'articolo?

Cordialmente

n° 1
angelo giovedì, 30 dicembre 2010

Wetrade Webank, fusione sulla spiaggia...

L'ARTICOLO è SEMPLICEMENTE ESATTO.
Chi l'ha scritto HA non MILLE, ma DIECIMILA ragioni
Se è errato lo è ma PER DIFETTO
Volete provare per CREDERE. Provate a telefonare al numero verde 800-060-070.
Prima di venticinque minuti non sentirete nessuno.
In questa ventina di minuti, sentirete un messaggio che Vi avverte che per PROBLEMI TECNICI i tempi di attesa saranno LUNGHISSIMI, e vi raccomanderà di tenere la cornetta per non perdere la priorità.
E certe volte la linea cadeva dopo 15 minuti circa.
Dal momento della fusione ad oggi, circa 10 giorni, avrò passato almeno 7 ore PIENE, al telefono, cercando di risolvere le varie problematiche ed altrettante ore per carcare di risolvere le varie GABOLE matematiche compiute dal loro servizio informatico.
Ordini NON PRESI ma defalcati dal conto corrente.
Titoli che non avevano più il prezzo di MERCATO.
ecc. ecc.
Ho scritto anche ai due dirigenti del Trading e del Marketing, che per due mesi, in video conferenze al pc, avevano MAGNIFICATO detta FUSIONE, recapitandogli le mie lamentele direttamente alla portineria di via Massaua.
MAI AVUTO LORO NOTIZIE.
Una cosa PIETOSA.
Vi chiederete perchè non estinguo il CONTO ????
Una ragione semplicissima, al momento della fusione avevo dei CREDITI di IMPOSTA da recuperare sul capital gain verso il Fisco, per cui se dovessi vendere i titoli, perderei questo credito.
Tra l'altro non è ancora POSSIBILE vedere questo DATO sulla nuova procedura
in QUANTO non ESISTE ANCORA questa maschera. (come tante altre cose: ad esempio le simulazioni).
La cosa più INVEROSIMILE è che non viene evidenziato sul portafoglio ATTUALE, la variazione del prezzo del titolo rispetto alla giornata PRECEDENTE. Cosa ASSURDA per uno che opera con il TRADING ON LINE. Per vedere questo dato devo entrare direttamente sul SINGOLO TITOLO.
Per cui mi sono creato una simulazione titoli su altro sito on line, della concorrenza, per avere il colpo d'occhio immediato, del mio portafoglio titoli.
Spero che nel 2011 le cose migliorino, EFFETTIVAMENTE, nelle ultime 2 giornate, ho notato decisi miglioramenti.
Comunque per non rovinarmi il FEGATO, ho ridotto le contrattazioni al minimo. Aspetto l'anno nuovo.
Un saluto a Voi tutti.
Angelo

giovanni giovedì, 30 dicembre 2010

R: Wetrade Webank, fusione sulla spiaggia...

Sono stato per anni ad Intesatrade,per lo più nella versione basic(il T3 era bello ma l'ho usato solo quando era gratis,e devo die che per un passaggio
peraltro non necessario per i clienti(io ho mantenuto il vecchio conto tecnico avendo avuto esperienze poco piacevoli con l'e-banking soprattuto quando devono restituirti qualcosa dopo furti poco pubblicizzati(non con la Popolare di Milano nè con Webank ma con altre grosse banche nazionali)ammetto poteva esser gestito meglio.Confermo che l'aiuto telefonico/contatto telefonico è quanto di peggio abbia visto pur abituato al peggio delle Poste e dei Ministeri e di alcune banche Svizzere ma all'e-mail m'hanno risposto dopo 3 gg(l'avevano detto)abbastanza gentilmente e precisi.Non brilla per velocità nè per sostegno grafico ma ho
visto ben peggio.Personalmente faccio una 20a di movimenti medi settimanali
per cui non faccio fatica a seguirli,diverso il discorso se ne facessi 20 die.In ogni caso ha conservato il peggio di Intesatrade,la difficoltà logica/di ricerca/di serie di tasti per arrivare a comprare/vendere ETF/ETC
obbligazioni italiane ed estere,ma helas pretendere da una banca trugolo dei dipendenti che si dia delle "tavazzate"(da Tavazzi colui che si pestava sui "cosidetti"piene bottiglie d'acqua) è pretendere un pò troppo.
Per il momento a me funziona discretamente,devo guardare i costi e non mi stupirei che quello che prima era gratis ora sia a pagamento,ma ciò che funziona bene va bene e va pagato,quello che funziona male si può lasciare.
P.S: devo però capire come mai nel passaggio iNTESATRADE-> WETRADE il prestito titoli era rimasto,da WETRADE a WEBANK è sparito e per me il prestito titolo m'ha sempre reso un centinaio di euro mese.

angelo venerdì, 31 dicembre 2010

R: R: Wetrade Webank, fusione sulla spiaggia...

Ho appreso che il Prestito Titoli non è FUNZIONANTE in questo momento, per via di queste anomalie.
SPeravano di ripristinarlo al più presto.
A memoria io nel travaso da Intesa Trade a We trade non ricordo NESSUN inconveniente.
Mi associo con Te o con Lei, nel fatto che gli operatori, sono gentilissimi e cercano di fare il POSSIBILE. Sono LORO stessi consci che sono finiti in un GUANO di cui nessuna ha una idea come uscirne.
Personalamente avevo inviato ai DUE responsabili, che per due mesi avevano tenuto le video conferenze, di dire che avevano scherzato e ripristinassero la vecchia procedura.
un saluto
angelo

da

Soldi Online

Borsa italiana: bancari (e Fiat) protagonisti

Borsa italiana: bancari (e Fiat) protagonisti

Giornata positiva per la borsa italiana con gli indici praticamente sui massimi di giornata trainati dalle buone performance dei bancari. Tra i titoli in controtendenza Fiat Continua »

da

Soldi e Lavoro

Paesi Ue: cosa succede in caso di licenziamento

Paesi Ue: cosa succede in caso di licenziamento

Che cosa prevedono le leggi di Francia, Germania, Spagna, Regno Unito e Svezia in caso di licenziamento e quali tutele hanno i lavoratori Continua »