NAVIGA IL SITO
Home » guide » Banche e Poste » Come attivare Postepay

Come attivare Postepay

L'attivazione di Postepay è una cosa semplice, e anche veloce. Basta recarsi in un ufficio postale. Postepay è la carta ricaricabile di Poste Italiane.

di Marco Delugan 8 set 2017 - ore 15:41

Non vi fidate ancora del tutto di fare acquisti su internet. Temete che qualcuno possa rubarvi i dati della vostra carta di credito e spendere di tutto e di più dal vostro conto corrente. Certo, c'è sempre modo di bloccare la carta e riavere indietro qualcosa. Ma vuol dire perdere tempo, seguire burocrazie faticose e comunque rischiare, perché non si sa mai quello che davvero può accadere. Così avete pensato a una carta prepagata, che almeno limita i danni, e in particolare alla carta Postepay. E volete sapere come attivare Postepay.

La carta Postepay è la carta di credito prepagata e ricaricabile di Poste Italiane. Come tutte le carte della sua categoria, Postepay permette di spendere senza portare dietro il contante, può essere attivata senza avere un conto corrente di appoggio. E consente di evitare il rischio di mettere in pericolo i propri risparmi in quanto si possono spendere solo i soldi caricati sulla carta. Se ve la rubano e riescono a usarla, rischiate quindi solo i soldi che vi avete caricato, ed è sempre possibile bloccarla, denunciare il tutto alle autorità competenti e tentare di avere indietro quello che vi è stato rubato.

Carta Postepay è anche facile da usare. La si può ricaricare in tanti modi, e in tanti modi si possono vedere saldo e movimenti. Si può trasferire denaro da e verso la carta. E' accettata in molti negozi reali (è una carta del circuito VISA) e in molti siti di e-commerce. Acquistare e attivare Postepay è anche una cosa piuttosto semplice da fare.

 

LEGGI ANCHE: Postepay Evolution: come funziona la carta conto di Poste Italiane

 

COME ATTIVARE POSTEPAY

carta postepayLa carta Postepay può essere richiesta in qualsiasi Ufficio Postale (per trovare l'ufficio postale più comodo andate a questa pagina). Non occorre avere un conto presso Poste Italiane. E non occorre aver alcun tipo di conto corrente da usare come appoggio.

Ne esistono diversi tipi. Ma come procedimento di massima prendiamo come riferimento quello per attivare Postepay Standard. In altri articoli approfondiremo il funzionamento di altre carte.

Della Postepay Standard esiste anche una versione Junior. Per chiederla bisogna essere accompagnati da un genitore o da chi ha la tutela legale del minore. Bisogna presentare una carta di identità valida del minorenne e il codice fiscale del minorenne e del genitore.

Come abbiamo appena visto, per acquistare e attivare Postepay Standard basta recarsi in un Ufficio Postale. L'attivazione della carta fa parte dei servizi finanziari, fate quindi attenzione a prendere il ticket giusto. Quello per i servizi finanziari, appunto.

Quando sarà il vostro turno dovrete fornire un documento di identità valido (carta di identità o patente di guida) e il codice fiscale. E compilare il modulo che vi verrà consegnato. Oltre a rispondere ad alcune domande che vi saranno poste dall’impiegato di Poste Italiane.

La carta vi verrà consegnata subito, assieme al PIN, al contratto e al prospetto informativo della stessa. Imparatevi il PIN a memoria, o segnatelo da qualche parte, ma comunque tenetelo lontano dalla carta.

La procedura per attivare Postepay vi prenderà tra i venti minuti e la mezz’ora, in linea di massima. I costi di attivazione sono molto contenuti. Per la carta Postepay Standard sono di 5 euro per la carta più altri 5 per la prima ricarica. Ma si possono anche effettuare ricariche di importo maggiore.

Dopo aver fatto questo, potrete utilizzare da subito la vostra carta Postepay, che quando vi verrà consegnata sarà già attiva.

Dopo aver acquistato e attivato la carta, è buona cosa registrarsi sul sito di Poste Italiane. Una delle cose importanti che la registrazione permette è tenere traccia di tutte le operazioni eseguite con e verso la carta.

 

COME REGISTRARSI AL SITO DI POSTE ITALIANE

Per farlo dovete andare alla pagina web di Poste Italiane e cliccare su Area Personale. Dal menù a tendina scegliete la voce Registrati. La prima scelta che dovete fare è se registrarvi come Privati o come Imprese o Pubblica Amministrazione.

Poniamo il caso che vi registriate come Privati.

registrazione-poste-italiane

Dopo aver cliccato su Privati si aprirà una nuova pagina che presenta diversi moduli da compilare in sequenza.

Il primo modulo riguarda i Dati anagrafici: nome, cognome, numero di cellulare e codice fiscale. Una volta inseriti cliccate su Prosegui. A questo punto, all’interno dello stesso modulo vi verranno chiesti luogo, data di nascita e sesso. Inseriteli e cliccate su Conferma.

Fatto questo, il sistema vi farà entrare automaticamente nel modulo Sicurezza. E se siete maggiorenni, al numero di cellulare che avete indicato vi sarà inviato un codice di conferma che a questo punto vi verrà chiesto. Inseritelo e cliccate su Conferma. Poi dovrete indicare un indirizzo email e la password. L’indirizzo email fungerà anche da nome utente. Cliccate ancora su Conferma.

Nel penultimo passo dovrete leggere e accettare – o non accettare – l’informativa sulla privacy e sull’utilizzo dei dati personali.

Scegliete quello che vi sembra più opportuno e adatto a voi e cliccate ancora su Conferma.

L’ultimo passo consiste nel controllare che i dati forniti a Poste Italiane siano corretti. Se non lo fossero, cliccate su Modifica dati e modificate quello che va modificato. E quando tutto andrà bene cliccate su Conferma Registrazione.

Ma non basta ancora. Perché tutto sia veramente a posto andate alla casella di posta elettronica di cui avete indicato l’indirizzo in precedenza. Aprite la email che vi sarà arrivata da Poste.it con oggetto Attivazione nome utente e cliccate sul link che vi trovate all’interno.

A questo punto avete tutto per cominciare a usare la vostra carta Postepay Standard in maniera consapevole e sicura.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: carta postepay
da

Soldi Online

Curva dei rendimenti Usa e recessione

Curva dei rendimenti Usa e recessione

Dal 2010, la curva dei rendimenti Usa è piatta, ma ciò non significa necessariamente che siano aumentati i rischi di una recessione. Ma tale appiattimento non dovrebbe preoccupare Continua

da

Soldi e Lavoro

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

DIS COLL: l'indennità di disoccupazione per i co.co.co.

La DIS COLL è l'indenità di disoccupazione per i lavoratori parasubordinati. E' stata introdotta nel 2015 e più volte prorogata fino a diventare strutturale nel 2017 Continua »