NAVIGA IL SITO
Home » glossari » Vita di Condominio » Compiti amministratore condominio

Compiti amministratore condominio

di Oreste Terracciano
Vediamo, in breve, quali sono i compiti dell’amministratore, ovvero a cosa provvede:

-    alla redazione del consuntivo e del preventivo di ciascun anno di esercizio, sia trattasi di anno solare sia trattasi di anno condominiale;
-    alla convocazione dell’assemblea sia ordinaria che straordinaria e delle eventuali assemblee speciali, come quelle di scala per esempio;
-    alla riscossione dei contributi e delle penali dovute dai condomini o da terzi ed al pagamento delle spese condominiali alle loro scadenze;
-    al pagamento dello stipendio dei portieri e dei contributi assicurativi curando le relative pratiche presso i competenti Istituti di Previdenza e Assistenza;
-    alla sorveglianza sul servizio di portineria e degli altri impianti e servizi comuni, con facoltà di impartire agli addetti istruzioni particolari e di regolarne in genere le incombenze, in modo da assicurarsi il funzionamento degli impianti e degli altri servizi condominiali;
-    a stipulare, previa delibera assembleare, i contratti di assicurazione, come la GLOBALE FABBRICATO e di manutenzione degli impianti di proprietà condominiale;
-    alla esecuzione in genere di quanto deliberato dall’assemblea e di quant’altro di sua competenza;
-    alla lettura, anche tramite ditta specializzata, dei contatori divisionali di acqua potabile, specie in quelle regioni dove non c’è il rapporto diretto tra utente ed ENTE gestore;
-    alla scrupolosa attenzione e applicazione di tutto quanto riguarda la normativa sulla sicurezza.

L’amministratore può provvedere alle spese di straordinaria manutenzione senza preventiva autorizzazione assembleare, unicamente quando le relative opere si presentino di URGENZA indilazionabile e non vi sia il tempo necessario per attendere la preventiva autorizzazione dell’assemblea.

In tal caso l’amministratore, alla prima assemblea, chiederà la ratifica della spesa sostenuta per motivi di urgenza.
L’amministratore ha la rappresentanza legale del condominio nei confronti dei terzi e in giudizio.
Può promuovere, senza bisogno di specifica delibera assembleare, giudizi e presentare ricorsi per decreti ingiuntivi contro i condomini morosi.

Negli altri casi,anche nei giudizi passivi, deve essere autorizzato dall’assemblea.

Oreste Terracciano
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
TUTTI GLI ARTICOLI SU: amministratore condominiale
da

Soldi Online

Il FTSEMib chiude in rosso (ma limita i danni)

Il FTSEMib chiude in rosso (ma limita i danni)

Piazza Affari e le borse europee hanno terminato la seduta odierna in territorio negativo, anche se riescono a limitare i danni grazie all’avvio positivo di Wall Street Continua »

da

Soldi e Lavoro

TFR, Trattamento di Fine Rapporto: la guida completa

TFR, Trattamento di Fine Rapporto: la guida completa

Il TFR: cos'è, come si calcola, come si destina (azienda o fondo?), come si chiede un'anticipazione, come viene liquidato e tassato, chi lo gestisce e cosa succede se l'azienda fallisce Continua »