NAVIGA IL SITO
Home » esperto risponde » Assicurazione auto » Se l’auto è ferma bisogna pagare l’assicurazione?

Se l’auto è ferma bisogna pagare l’assicurazione?

Ho un’auto che uso raramente. La polizza va pagata anche se il veicolo non circola?

di Andrea Manfredi 10 mag 2011 - ore 12:14
Domanda

Buongiorno, sono proprietaria di un’auto che uso molto raramente e tra poco mi scadrà l’assicurazione. Volevo sapere se sono obbligata a rinnovarla anche se non circolo in macchina, o se posso aspettare il momento in cui mi servirà di nuovo per rinnovare la polizza. E in questo caso, dovrò pagare qualche penale per il periodo in cui l’auto non è stata assicurata?

Grazie e cordiali saluti,

Francesca S.

Risposta

Gentile Francesca, non è obbligata a rinnovare l’assicurazione a patto però che l’auto non circoli e non sia parcheggiata in strada. Deve quindi tenerla ferma in un box privato fino a quando non deciderà di stipulare una nuova polizza: in quel momento potrà valutare le offerte più convenienti sul mercato utilizzando il servizio di SoldiOnline e Supermoney per il confronto delle assicurazioni auto. Non è prevista alcuna penale per il tempo in cui l’auto non è stata assicurata.
Si ricordi di verificare se la sua attuale assicurazione prevede o meno il tacito rinnovo: in caso affermativo, dovrà avvertire la compagnia che vuole recedere dal contratto con almeno 15 giorni di preavviso.

Tenga inoltre presente che l’attestato di rischio che la compagnia assicurativa le ha rilasciato ha una validità di cinque anni: trascorso questo periodo, nel caso dovesse stipulare una nuova polizza, perderà la sua classe di merito e dovrà rientrare in quella prevista dalla compagnia (in genere la 14esima).

Cordiali saluti
Andrea Manfredi






TUTTI GLI ARTICOLI SU: assicurazione auto , rc auto

da

Soldi Online

Stress Test e Asset Quality Review Bce: tutto quello che c'è da sapere

Stress Test e Asset Quality Review Bce: tutto quello che c'è da sapere

È prevista per domenica 26 ottobre la diffusione dei risultati ufficiali del cosiddetto comprehensive assessment che la Bce ha compiuto su 130 banche europee. Ecco quello che c'è da sapere Continua »

da

Soldi e Lavoro

Decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato

Decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato

Allo stato attuale, il taglio dei contributi per i nuovi assunti a tempo indeterminato avrà un tetto: 6.200 euro all'anno. Calcoli sulla decontribuzione per i neoassunti a tempo indeterminato Continua »